Home > Webzine > ''Fai la spesa per chi è povero'': torna la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare
lunedì 18 novembre 2019

''Fai la spesa per chi è povero'': torna la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare

24-11-2015
Sabato 28 novembre torna l'evento di solidarietà più partecipato d'Italia: la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, promossa come sempre dalla Fondazione Banco Alimentare l'ultimo sabato di novembre e che giungerà quest'anno alla sua 19a edizione.

Nel corso della Colletta oltre 135.000 volontari, con indosso la tradizionale pettorina gialla, si troveranno davanti a più di 11.000 supermercati su tutto il territorio nazionale, per invitare le persone a donare parte della propria spesa alle famiglie bisognose italiane; in Toscana saranno oltre 15.000 i volontari in campo e 530 il numero provvisorio di punti vendita coinvolti. "Anche se iniziamo a vedere dei piccoli segnali di ripresa, i dati sulla povertà nel nostro Paese non sono ancora dei migliori - ha dichiarato l'assessore al Welfare Sara Funaro durante la presentazione dell'iniziativa - È quindi necessario che le istituzioni collaborino con le realtà del territorio, così da raggiungere in modo sempre più capillare tutte le famiglie bisognose italiane".

L'invito è a donare alimenti a lunga conservazione (riso, alimenti per l'infanzia, olio d'oliva, legumi, sughi e pelati, tonno in scatola, biscotti) che verranno poi distribuiti ad oltre 8.000 strutture caritative italiane: "I poveri, le famiglie bisognose ci aspettano realmente - ha ricordato il presidente del Banco alimentare della Toscana Leonardo Carrai - loro confidano in noi per avere delle tavole più ricche e questo ci rende ancora più responsabili".
Un vero e proprio dono, in vicinanza del Natale, che non dimentica un aspetto spesso sottovalutato: "Sappiamo che l'ultima cosa a cui pensa una famiglia in difficoltà economiche è rispettare una dieta equilibrata - ha proseguito l'assessore Funaro - questo sarà però un presupposto della Colletta Alimentare, per prevenire l'insorgenza dei problemi di salute". I prodotti richiesti, infatti, hanno un alto valore nutrizionale, pensando a tutte le fasce d'età e in particolare a quella più vulnerabile dei bambini.

Non solo valore materiale e nutrizionale, ma anche fortemente educativo come sottolineato da Carrai: "Spesso si dimentica la mission del Banco Alimentare, ovvero la condivisione dei bisogni per condividere il senso della vita". Uno dei principi che da sempre muove l'attività del Banco Alimentare, infatti, è quello di restituire al cibo il valore di dono per l'uomo, un dono che non può essere sprecato, ma condiviso con chi è in difficoltà. E la Giornata della Colletta Nazionale, attraverso un gesto semplice come fare la spesa, vuole promuovere tutto questo: "In 19 anni ci siamo impegnati nell'educare le persone, perché se un popolo non è ben educato, non si va da nessuna parte - ha proseguito Carrai, sottolineando anche l'altro importante valore dell'iniziativa - Non solo mette insieme generazioni diverse, ma butta giù barriere culturali, trova un punto comune". Un'azione culturale e educativa realizzata in modo trasversale e che rappresenta solo la punta dell'iceberg del grande lavoro promosso dal Banco Alimentare: importanti attività di solidarietà e partecipazione vengono svolte quotidianamente contro gli sprechi alimentari, per redistribuire il cibo là dove ce n'è maggior bisogno. Un impegno nel nome della condivisione che proseguirà ogni giorno, seguendo anche l'invito a loro rivolto da Papa Francesco durante l'udienza speciale di qualche settimana fa e ricordato dallo stesso Carrai: "Continuate con fiducia questa opera, attuando la cultura del dono e della condivisione: insieme a voi, altri si danno da fare, e questo ingrossa il fiume che alimenta la speranza di milioni di persone più svantaggiate".

L'evento di sabato 28 novembre gode dell'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica ed è reso possibile grazie alla collaborazione dell'Esercito Italiano e alla partecipazione di migliaia di volontari aderenti all'Associazione Nazionale Alpini, alla Società San Vincenzo de Paoli e alla Compagnia delle Opere Sociali.

Per informazioni sulla Colletta e sulle attività del Banco Alimentare: www.collettaalimentare.it - www.bancoalimentare.it

di Alessandra Toni