Home > Webzine > Dal campionato all'Europa, un altro pari per la Fiorentina
mercoledì 20 novembre 2019

Dal campionato all'Europa, un altro pari per la Fiorentina

27-11-2015
Dopo il 2-2 di campionato contro l'Empoli, la Fiorentina coglie un pareggio con lo stesso risultato in casa del Basilea, nella quinta giornata di Europa League. Un pari agrodolce, con i viola avanti di due reti e recuperati dagli svizzeri.
Partita da dentro o fuori per i ragazzi di Sousa, chiamati alla ricerca del risultato pieno in casa della ex squadra del mister portoghese: con una vittoria il discorso qualificazione sarebbe praticamente chiuso, altrimenti si dovrebbe sperare in un pari tra Belenenses e Lech per evitare rischi "biscotti" all'ultima giornata.
In campo va quella che ormai è a tutti gli effetti la formazione titolare, quindi con Kalinic, Ilicic e Bernardeschi. Dopo appena tre minuti i gigliati reclamano un rigore per un fallo di mano in area svizzera: tutti vedono tranne l'arbitro, che lascia correre. La Fiorentina comunque c'è e al ventitreesimo passa in vantaggio: splendida apertura dalla trequarti di Borja per Berna, che elude il fuorigioco e dal lato destro dell'area svizzera insacca di sinistro. Sembra che tutto si metta bene ma poco dopo Roncaglia abbatte con una gomitata Bjarnason: rosso diretto ed evidente disappunto di Sousa, costretto a togliere un attaccante, Ilicic, per Tomovic. I viola logicamente soffrono ma non perdono la testa, anzi, da una topica del portiere di casa riescono pure a raddoppiare: il numero 1 Vailati rinvia addosso a Vecino, che imposta l'azione dalla quale, da sinistra, Alonso permette a Kalinic di riceverre il pallone in mezzo all'area. Il croato attira su di sé un paio di difensori e serve al liberissimo Berna il più facile degli appoggi, Federico il Grande non sbaglia ed è 2-0.
In dieci purtroppo le fatiche raddoppiano, il Basilea preme e al quarantesimo passa: da calcio d'angolo il locale Suchy sfrutta una respinta dell'indisturbato Embolo, tuttavia è grave ancora una volta l'errore dell'arbitro che non vede un netto fuorigioco di quest'ultimo al momento dell'inserimento. Nella ripresa la Fiorentina cerca di addormentare la partita, mentre prosegue lo "show" del direttore di gara che ammonisce lo svizzero Suchy solo al settimo fallo di fila contro Kalinic.
Al Basilea basterebbe il pari per garantirsi il primo posto, e pari arriva al minuto 74: dagli sviluppi di un corner Elneny pesca l'angolo dove il viola Sepe non può arrivare. La gara praticamente finisce qui, fortuna che a Lisbona non succeda niente e finisca 0-0. Con questi risultati ai gigliati basterà un altro pari per qualificarsi al turno successivo, ma resta l'amarezza di un risultato che pregiudica il primo posto: ai sedicesimi le qualificate come seconde incontreranno infatti le "retrocesse" dalla Champions League.

Leonardo Signoria