Home > Webzine > ''Premio Giorgio Antonucci 2015'' in Piazza del Carmine
giovedì 28 maggio 2020

''Premio Giorgio Antonucci 2015'' in Piazza del Carmine

05-12-2015
Sabato 5 dicembrealle ore 17.00, la Sala Vanni in Piazza del Carmine 19 a Firenze, ospita il "Premio Giorgio Antonucci 2015" per i diritti umani. La serata è stata ideata dal CCDU, il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani Onlus, per rendere omaggio a chi si è particolarmente distinto per il proprio impegno contro i crimini psichiatrici. Giorgio Antonucci, che ha donato il suo nome al premio, ha lui stesso lavorato duramente, dedicando la propria vita a restituire dignità alle persone che erano state rinchiuse contro la propria volontà, e a impedire l'internamento di tante altre. La consegna dei premi sarà intervallata con la musica dei maestri Anthony Sidney, Aldo D'Amico, e Ioria Agostini, con la proiezione dei video "Musicoterapia nella globalità dei linguaggi" della Professoressa Stefania Guerra Lisi e "Reparto 14" di Valentina Giovanardi, nonché la presentazione del libro "Il viaggio nella follia" da parte dell’autore stesso Riccardo Dri.
I premiati sono Giuseppe Garuti che contribuì alla formazione di movimenti popolari di contestazione e di critica agli internamenti psichiatrici e Eugen Galasso, ricercatore universitario, pedagogista clinico, saggista e collaboratore del "Centro di relazioni umane" di Bologna.
Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) è una onlus finalizzata a investigare e denunciare le violazioni psichiatriche dei diritti umani. Il CCDU è stato fondato in Italia nel 1979 ed è diventato una Onlus nel 2004. E’ collegata ideologicamente al CCHR (Citizen Commission for Human Rights), un’organizzazione con sede a Los Angeles, fondata nel 1969 dalla Chiesa di Scientology e dal professor Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria all'Università di Syracuse, Stato di New York e autore di fama internazionale. Riconosciuto da uno Speciale Rapporto della Commissione delle Nazioni Unite per i Diritti Umani come fautore di molte grandi riforme che tutelano le persone dagli abusi psichiatrici, il CCHR ha documentato migliaia di casi, i quali dimostrano che i farmaci psichiatrici e le brutali pratiche psichiatriche creano insanità e causano violenza.

Per informazioni: www.ccdu.org  

M.V.