Home > Webzine > I giocatori di videogame cambiano connotati
mercoledì 07 dicembre 2022

I giocatori di videogame cambiano connotati

21-10-2004
Non sono più solo i ragazzini che usano la console alla velocità della luce: anche le mamme e i papà rubano joystick e tastiere ai figli. Un giocatore su tre è di sesso femminile, mentre crolla il mito dei videogame come affare da bambini: il 35% degli appassionati italiani hanno ormai più di 25 anni. E' quanto emerge dall'indagine Gamevision, realizzata alla vigilia dello Smau. Dalla ricerca, realizzata per l'Italia su una popolazione composta da 19.550 persone, maschi (51 per cento) e femmine (49 per cento), di età compresa tra i 10 e i 35 anni, risulta che tra gli uomini, 1 su 5 è un appassionato di videogame, mentre in generale tra le donne le videogiocatrici sono una su dieci. La sorpresa, però, arriva considerando solo i videogiocatori: il primato spetta ancora ai maschi (68%), ma ormai ben tre su dieci sono femmine (32%). Una tendenza che ci allinea agli altri Paesi: negli Usa infatti, le donne sono ormai circa la metà del pubblico dei giocatori.