Home > Webzine > Il programma culturale dell’Istituto Francese di Firenze
martedì 20 ottobre 2020

Il programma culturale dell’Istituto Francese di Firenze

26-01-2005

Lo storico Istituto Francese, fondatoa Firenze nel 1907, ha presentato attraverso le parole del suo direttore Jérome Bloch, le varie iniziative che si svilupperanno tra febbraio e luglio. Due gli eventi legati alla "Giornata della memoria": "Patrilineare", spettacolo di musica klezmer con Enrico Fink in programma per giovedì 3 febbraio, e la sera successiva "Un cuore pensante" letture di Cecilia Galli tratte dal Diario di Etty Hillesum, ebrea morta ad Auschwitz a soli 29 anni. Per quanto riguarda la sezione musicale da segnalare il debutto di "Pianorama" (15-20 febbraio), festival internazionale di pianoforte centrato particolarmente sulla musica francese e tedesca del periodo romantico. Marzo, "mese della francofonia" vede omaggi dedicati ad alcuni paesi, un tempo "colonie", che ancora oggi sono legati culturalmente, anche attraverso l'uso della lingua francese, con la Francia. I giovani attori della compagnia senegalese Bou-Saana animeranno il 15 e 16 marzo un laboratorio teatrale sulla triste realtà dei bambini-soldato. Il 24 marzo sarà invece possibile assistere a "Cinema Dakar", una selezione di 10 cortometraggi del Festival del cinema di Quartiere di Dakar. Venerdi 11 marzo verrà inaugurata la mostra documentaria “Bruxelles: 1000 anni di diffusione della cultura francese”, che sarà seguita a maggio da “Espaces Poétiques”, prima personale di Michèle le Gallo. Sempre a maggio sono previste partecipazioni di rilievo all’interno di “Fabbrica Europa”: la nuova coreografia di Meg Stuart e Benoit Lachambre, e la produzione belga di Troubleyn e Jan Fabre. In occasione della Festa della Musica il Giardino di Boboli ospiterà per la prima volta in Italia (22,23 e 25 giugno) “Cadre Noir De Saumur”, lo spettacolo equestre e musicale più celebre al mondo, con la presenza eccezionale del violinista Gérard Caussé. Il programma come ogni anno si conclude il 14 luglio con un cocktail a Palazzo Lenzi dove Istituto e Consolato celebrano la Festa Nazionale in ricordo della presa della Bastiglia.

di Andrea Palanti