Home > Webzine > Concorso sulla Sicurezza Stradale: la premiazione
giovedì 08 dicembre 2022

Concorso sulla Sicurezza Stradale: la premiazione

13-05-2005

Meri Buzo della scuola media Ghiberti Barsanti per la sezione riservata agli elaborati scritti,  Giorgio Dovas dell'Istituto Statale d'arte Porta Romana per la sezione dedicata alla creazione di loghi e Michael Silvani, del gruppo del centro giovani del quartiere 4, per la sezione dei video-spot, sono i vincitori del concorso "La vita è tua non perderla per strada".  L’iniziativa, rivolta agli studenti del terzo anno delle scuole medie inferiori e a tutti i ragazzi di età compresa tra 15 e 21 anni, fa parte delle iniziative previste dalla campagna sulla sicurezza stradale promossa dall'assessorato alle politiche socio sanitarie e dall'assessorato alla pubblica istruzione. La premiazione è avvenuta nel salone de'Cinquecento con la partecipazione dell'assessore alla pubblica istruzione Daniela Lastri, l'assessore alla sicurezza e vivibilità urbana Graziano Cioni, Luigi Marroni direttore generale Asl, Alessandra Maggi presidente dell'Istituto degli Innocenti, Sergio Cianti dell'associazione Europea Familiari vittime della strada. Tutte le produzioni realizzate sono state valutate da una giuria formata da Sergio Staino, Angelo Savelli, Vanna Van Straten, Maria Grazia Santini e Annalisa Bracco. "Una grande creatività e sensibilità - ha evidenziato l'assessore Daniela Lastri - sono le caratteristiche principali emerse dal concorso di stamani, realizzate attraverso i temi, i loghi e i video. E' quindi importante proseguire in questa direzione, sensibilizzando sempre più i giovani delle scuole e dei centri giovanili, affinché acquisiscano sempre più una forte coscienza civile, per il rispetto delle regole e i comportamenti corretti verso gli altri". Gli elaborati scritti sono stati raccolti in una piccola pubblicazione che verrà poi distribuita alle scuole che hanno partecipato all'iniziativa. Inoltre, i trailers dei tre video premiati saranno visibili sul Portalegiovani del Comune di Firenze, mentre la raccolta dei video spot sarà distribuita alle scuole e ai gruppi partecipanti.

di Duccio Tronci