Home > Webzine > Firenze: 4 giugno ''Giornata della Solidarietà''
giovedì 28 maggio 2020

Firenze: 4 giugno ''Giornata della Solidarietà''

26-05-2005

Sei progetti, sei buoni motivi per coinvolgere Firenze su temi come la giustizia, la pace, lo sviluppo sostenibile, i diritti umani e l´ambiente. Sono le iniziative promosse dall'associazione "la Specola" (che raccoglie studenti ed ex studenti universitari) in Italia e altri paesi del mondo e che saranno presentati ufficialmente durante la festa "Firenze per..." la giornata per la solidarietà consapevole, giunta alla settima edizione e che si terrà nel capoluogo toscano il prossimo 4 giugno. Fra i sei progetti da finanziare un programma permanente di vaccinazioni nei municipi autonomi de Los Altos del Chiapas (Messico), il sostegno alimentare sanitario ed educativo ai bambini poveri di Tombouctou e della capitale del Kenya, Nairobi, aiuti alla comunità rom di Scampia, a Napoli. Tutti i vari soggetti potranno contribuire concretamente "adottando" direttamente uno dei progetti con un versamento su un conto corrente della "Banca Etica", partecipando alla "maratona radiofonica" su Controradio e Novaradio oppure con una sottoscrizione direttamente alla festa, il 4 giugno prossimo, nel parco dell'Istituto d'Arte di Porta Romana. “La giornata – spiegano gli organizzatori - avrà lo scopo di suscitare un momento di riflessione, di partecipazione e di informazione, di coinvolgimento nei confronti delle urgenze del mondo e dei popoli, dando però anche gli strumenti per un percorso di responsabilizzazione e di consapevolezza rispetto alle cause di tali problemi. Sarà inoltre posta una particolare attenzione all'eticità di qualunque tipo di servizio o prodotto di consumo che sarà presente in ognuna delle iniziative della giornata, così che saranno privilegiati i prodotti "equi e solidali" e non ci saranno prodotti collegabili a un mancato rispetto dei diritti umani e del lavoro o a episodi di distruzione dell'ambiente”. Un centinaio le associazioni che per ora hanno aderito alla manifestazione.

di Duccio Tronci