Home > Webzine > Napolitano: ''Non sarò mai presidente di una sola parte''
lunedì 18 novembre 2019

Napolitano: ''Non sarò mai presidente di una sola parte''

15-05-2006
"Non sarò in alcun momento il presidente solo della maggioranza che mi ha eletto". Davanti al Parlamento riunito in seduta comune, Giorgio Napolitano ha giurato da nuovo capo dello Stato e si presenta con un discorso improntato al dialogo tra le forze politiche nell'epoca del bipolarismo. Chiede "il reciproco riconoscimento" dei poli nell'ambito di un bipolarismo che sia maturo anche in Italia, indica la strada del confronto in Parlamento, la possibilità di una limpida convergenza su alcuni temi. Promette che cercherà in ogni modo di favorire "più pacati confronti tra le forze politiche", esercitando il suo ruolo di garante e promettendo imparzialità, moderazione e persuasione morale. Napolitano, primo ex comunista a salire al Quirinale, cerca di rompere il muro di diffidenza della destra: insiste sulla costruzione di una memoria e identità condivise. Si richiama alla Resistenza e al suo decisivo apporto nella nascita della democrazia italiana. Ma cita anche le "zone d'ombra, gli eccessi e le aberrazioni" del movimento di liberazione. La sua proposta è quella di ritrovarsi "nel rispetto di tutte le vittime e nell'omaggio non rituale alla liberazione dal nazifascismo".