Home > Webzine > Congo: anche osservatori toscani per vigilare sulle elezioni
martedì 19 novembre 2019

Congo: anche osservatori toscani per vigilare sulle elezioni

14-07-2006
Alle prossime elezioni libere e democratiche nella Repubblica del Congo assisteranno anche osservatori toscani. Si tratta di una delegazione di sette persone, inviate dall'Università di Firenze e dal movimento Shalom, ai quali si aggiunge anche il rappresentante di Rifondazione Comunista in Consiglio Regionale Luca Ciabatti. La sua partecipazione è stata decisa dal Consiglio con una mozione approvata il 7 giugno scorso. La guerra che dall'agosto 1998 al giugno 2003 ha interessato la Repubblica Democratica del Congo ha causato oltre 4 milioni di morti. L'accordo entrato in vigore il 30 giugno 2003 ha creato le istituzioni della transizione, che hanno il compito di portare il Paese alle prime elezioni democratiche dopo 45 anni e che consentiranno al popolo congolese di poter scegliere in libertà le istituzioni democratiche del Paese. La Commissione elettorale indipendente, con il supporto della missione Onu in Congo e delle istituzioni create dalla comunita' internazionale garanti del processo di pacificazione, organizzerà le elezioni presidenziale e legislativa e accrediterà le missioni di osservatori internazionali. Oltre alla missione di osservatori dell'Unione europea, andrà in Congo anche una missione di osservatori della società civile italiana, dedicata alla memoria del senatore Rino Serri: di questa missione farà parte anche la delegazione toscana.