Home > Webzine > Toscana: protocollo per la mobilità degli studenti
venerdì 02 dicembre 2022

Toscana: protocollo per la mobilità degli studenti

24-07-2006
Un protocollo d'intesa fra Regione Toscana, Ministero della Pubblica Istruzione e Istituto nazionale di documentazione per l'innovazione e la ricerca educativa (Indire) per favorire la mobilità degli studenti delle scuole superiori e dell'Università, ma anche quella di docenti e personale scolastico e di coloro che seguono corsi di formazione, è stato firmato dall'Assessore regionale all'istruzione, formazione e lavoro Gianfranco Simoncini, dal direttore generale degli affari internazionali del ministero Antonio Giunta La Spada e dal direttore generale di Indire Giovanni Biondi. Qualche dato sulla mobilità. Nel 2005 la scuola toscana ha visto approvati 188 progetti europei Socrates a sostegno della mobilità degli studenti e del personale scolastico, oltre che della cooperazione tra scuole. A questi si aggiungono i progetti di mobilità Erasmus per i quali le Università Toscane hanno ricevuto nello stesso anno oltre 1 milione e 600.000 euro. Complessivamente sono diverse migliaia di studenti e di personale della scuola che ogni anno partecipano a progetti di mobilità e di scambio con scuole, centri di formazione e università di altri paesi europei. I dati, pur positivi, rivelano però anche la necessità di rafforzare la propensione di tutto il sistema formativo ad aprirsi di più alla dimensione europea. Vi sono campi e settori in cui la mobilità delle persone e la cooperazione tra scuole va potenziata. Sono ancora poche, ad esempio, le scuole con progetti di cooperazione finalizzata alla formazione nelle lingue straniere (appena il 2,6% dei progetti italiani è dislocato in Toscana), così come progetti che prevedano la partecipazione ad esperienze di stage professionalizzanti all'estero.
Info su www.regione.toscana.it