Home > Webzine > ''Corri la Vita'' a Firenze: quarta edizione
sabato 31 ottobre 2020

''Corri la Vita'' a Firenze: quarta edizione

02-10-2006
Record si sperava e record è stato. "Corri la Vita 2006" ha registrato ben 10.151 iscritti superando anche se di poco la quota obiettivo di 10 mila. Considerando i ritardatari e i moltissimi che hanno partecipato in modo non ufficiale, si calcola che alla manifestazione abbiano preso parte complessivamente circa 12 mila persone. "Da 30 anni Firenze non ospitava un evento di beneficenza con così tanta gente. Un successo straordinario che fa di Corri la Vita un fenomeno nazionale", ha detto durante la premiazione il sindaco Leonardo Domenici, garantendo anche per il futuro un crescente appoggio delle istituzioni. Appoggio confermato dallo stesso presidente della provincia Matteo Renzi che con l'assessore allo sport del Comune, Eugenio Giani, ha dato il via alla manifestazione. Significative le presenze del rettore dell'università di Firenze Augusto Marinelli, del presidente dell'Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Edoardo Speranza, e di Leonardo Ferragamo a nome della nota griffe che ha prodotto e offerto la maglietta ufficiale. Giani e Ferragamo hanno poi partecipato alla minimaratona. Star dell'evento Giampaolo Pazzini, il bomber della Fiorentina attualmente infortunato, in duo con il noto conduttore radiofonico Gianfranco Monti. Idolo delle ragazzine, Pazzini è stato poi letteralmente preso d'assalto dai fans e ha firmato centinaia di autografi. "Tutti i fondi raccolti", ha ricordato il presidente del Comitato organizzatore Bona Frescobaldi, annunciando il record degli iscritti, "saranno devoluti al Centro di Prevenzione Oncologica gestito dal CSPO e dalla sezione fiorentina della Lega per la lotta contro i tumori. Una parte andrà invece alle iniziative di File, la fondazione che opera nelle cure palliative". Ed ecco la classifica della minimaratona (670 il totale degli iscritti). Ha vinto tra gli uomini un giovane keniano residente a Siena. Si chiama Peter Kiplagat Sutienet, ha 23 anni, è un atleta professionista e gareggia per la Banca Toscana. Ha coperto i 12 chilometri del percorso in 35 minuti, distanziando di appena 10 secondi il vincitore dell'edizione 2005, il 43enne marocchino Said Ermili, già primo nel '94 alla maratona di Parigi, in Italia da 18 anni, a Firenze da 11. Terzo il fiorentino Massimiliano Santangelo. Tra le donne affermazione di Sara Orsi (tempo 40 minuti e 20 secondi), 29 anni da Pescia (Pistoia), professione impiegata, che gareggia per l'Atletica Sestese. Alle sue spalle la vincitrice delle prime tre edizioni di Corri la Vita, Emma Jozzelli, lucchese, 33 anni, ex libero della nazionale femminile di calcio. Al terzo posto l'operaia fiorentina Deborah Tortora, 36 anni, in forza al Gruppo Sportivo Il Fiorino. Premi offerti dalle aziende sostenitrici sono andati ai primi dieci classificati, sia uomini che donne. Ai primi tre, nell'ordine, un prezioso orologio Bulgari, un completo da sci Prada, una giacca Belstaff e una borsa Cavilla. Per la prima volta Corri la Vita ha ospitato anche una gara non ufficiale tra disabili. Ha vinto Vincento Sorrentino, 24 anni, cuoco. Secondo il commerciante Alberto Morelli, 47 anni. Entrambi fiorentini, hanno perso l'uso delle gambe due anni fa in due diversi incidenti di moto. Prima della partenza, la manifestazione ha osservato un minuto di silenzio in memoria di un atleta disabile, Giuliano Vignozzi, scomparso due giorni fa.