Home > Webzine > Un'incontro dedicato alla filosofa Hannah Arendt
domenica 27 novembre 2022

Un'incontro dedicato alla filosofa Hannah Arendt

25-01-2007
Si parlerà della vita e della filosofia di Hannah Arendt, una delle figure intellettuali più importanmti del Novecento, giovedì 25 gennaio nell'incontro intitolato ‘Una donna in tempi bui: Hannah Arendt, storia di un'ebrea’ che si inserisce nelle celebrazioni della Giornata della Memoria per ricordare la tragedia dell'olocausto degli ebrei. Hannah Arendt (1906-75), ebrea, nata ad Hannover da una famiglia tedesca, fu allieva di Martin Heidegger. A causa delle persecuzioni naziste fu costretta ad emigrare prima in Francia, nel 1933, e poi negli Stati Uniti. Dal 1961 seguì il processo del nazista Adolf Eichmann, e dedicò molta attenzione allo studio del fenomeno dei regimi totalitari. "I regimi totalitari - scrive in una sua opera la Arendt - hanno scoperto, senza saperlo, che ci sono crimini che gli uomini non possono né punire né perdonare. Quando l'impossibile è stato reso possibile, è diventato il male assoluto, impunibile e imperdonabile, che non poteva più essere compreso e spiegato coi malvagi motivi dell'interesse egoistico, dell'avidità, dell'invidia, del risentimento; e che quindi la collera non poteva vendicare, la carità sopportare, l'amicizia perdonare, la legge punire». L'incontro, organizzato dalla Fondazione il Fiore, in collaborazione con A.D.E.I - W.I.Z.O - Associazione Donne Ebree d'Italia e con la Comunità Ebraica di Firenze, si svolgerà dalle 16.30 di giovedì 25 gennaio presso la sede della Fondazione, in via San Vito 7 a Firenze. Da piazza San Francesco di Paola sarà disponibile una navetta gratuita. L’ingresso è libero. Nel corso dell’incontro Maria Grazia Beverini del Santo, presidente della Fondazione il Fiore e la consigliera regionale DS Daniela Belliti leggeranno alcuni brani tratti da opere della Arendt, in particolare da ‘Le orgini del totalitarismo’, ‘La banalità del male’ e ‘La vita della mente’.