Home > Webzine > Una banca per i bambini
sabato 26 novembre 2022

Una banca per i bambini

14-03-2007
Il 13 aprile prossimo l'Istituto degli Innocenti ospiterà a Firenze tre delegazioni di adolescenti ed educatori provenienti da India, Afghanistan e Sri Lanka. I delegati ragazzi, membri del Movimento asiatico di bambini e adolescenti lavoratori, sono stati invitati in Italia dalla rete Italianats, e dall'associazione Asoc, per un tour di una decina di giorni, nel corso dei quali promuoveranno un inusuale progetto: una Banca gestita da e per i bambini e adolescenti, la Bal Vikas Bank. L'incontro è aperto al pubblico e si terrà all'interno dell'Istituto Innocenti, che ha dato il proprio patrocinio all'evento. Il progetto della Banca dei bambini, al quale si sta interessando qui in Italia anche Banca Etica, è nato anni fa dall'esperienza indiana del Collettivo di bambini lavoratori e di strada di Delhi, Bal Mazdoor Union. Sostenuto dagli educatori e accompagnatori adulti dell'associazione Butterflies, questo collettivo, che funziona anche come sindacato che difende i bambini dai soprusi ai quali sono esposti nelle loro attività di lavoro. La Child Development Bank è stata voluta dagli stessi bambini organizzati nel movimento indiano, per cambiare questa mentalità diffusa, e dare a se stessi e ai propri compagni l'opportunità di crearsi una nuova speranza. Tutti i bambini, dai 6 ai 18 anni, possono oggi depositare il denaro nella banca, senza preoccuparsi di perderlo o di vederselo rubare. A partire dai 15 anni di età, i ragazzi possono chiedere un prestito per avviare attività generatrici di reddito.