Home > Webzine > Italia-Congo
sabato 06 giugno 2020

Italia-Congo

28-03-2007
Dopo il tragico conflitto che ha lacerato il Paese dal 1996 al 2003, uccidendo oltre 4 milioni di persone, il varo della Costituzione e le successive elezioni nazionali e locali rappresentano per il Congo il primo decisivo passo sulla strada della democrazia e della costruzione della pace. Le Istituzioni appena nate si trovano confrontate alle grandi attese di un Paese che spera nella rinascita dopo anni di distruzione e guerra, con il rischio di ripiombare nel disordine e nel conflitto, come dimostrano gli scontri di questi giorni. E’ necessario che l’attenzione della comunità internazionale si rivolga a questa opportunità di crescita e al processo di decentramento in atto nel Paese, cercando forme di sostegno alla pacificazione e alla crescita democratica che la società civile congolese richiede a gran voce. La visita di sei neo-eletti presidenti di assemblee provinciali, invitati dal Consiglio Regionale rappresenta il primo passo di un importante percorso di collaborazione che la Toscana comincia a fianco della Repubblica Democratica del Congo. Si tratta di otto giorni che convogliano le energie di soggetti diversi: istituzioni, associazioni di volontariato, organizzazioni non governative, università, privati, per concretizzare dialogo, confronto di esperienze, scenari futuri. All’interno di questa prima tappa di collaborazione, si colloca anche l’adesione delle assemblee provinciali di Kasai Occidentale,Bas Congo,Nord Kivu, Sud Kivu, Maniema, Kinshasa al progetto Euro.- African Partnership for Decentralized Governance e si origina un’occasione ampia di confronto con tutti i soggetti coinvolti riguardo all’impegno italiano e europeo a sostenere gli sforzi di un Paese che prova a ridarsi futuro. "Pace, democrazia e sviluppo: la sfida per nuove istituzioni nella Repubblica Democratica del Congo. Il contributo dell'Italia e dell'Europa" è il titolo dell'incontro che si terrà in Sala Gonfalone, a Palazzo Paciatichi, in via Cavour 2, giovedì 29 marzo dalle 11 alle 13,30.