Home > Webzine > Le celebrazioni dell'anniversario della nascita di Dante
venerdì 02 dicembre 2022

Le celebrazioni dell'anniversario della nascita di Dante

06-06-2007
Molte le inziative in programma ques'anno a Firenze per celebrare l'anniverasario della nascita di Dante Alighieri (il 742/mo, per la precisione), organizzate dall'Unione Fiorentina e dall'Associazione Palazzo dell'Arte dei Giudici e Notai, in collaborazione col Comune di Firenze, la Provincia di Firenze, il Comune di Certaldo e una serie di Enti culturali e scientifici. L'idea è quella di organizzare due giorni di iniziative che facciano da prologo alla giornata del 9 giugno, nella quale per convenzione si celebra il compleanno di Dante. Le iniziative previste interesseranno il Museo Casa di Dante, il Palazzo dell'Arte dei Giudici e Notai dove si trova il più antico ritratto documentato del Poeta, l'opera letteraria di Dante ma anche quella di Giovanni Boccaccio, il primo che lo celebrò declamando la sua opera dopo la morte. Il programma prevede per domani alle 18.30 alla Badia Fiorentina (via Dante Alighieri) una messa solenne cantata in memoria di Dante; alle 19.30 alla Casa di Dante (piazzetta di Santa Margherita) "Declamazioni dal Trattatello in Laude di Dante", voce Marco Lazzerini, flauto traverso Romano Morresi, regia di Carlo Romiti, a cura della Compagnia "L'Oranona" e dell'Associazione Polis. L'8 giugno (ore 18.30) alla Chiesa di Santa Margherita (via Santa Margherita) conferenza sul tema "La terra di Dante" con Giuliano Tanturli della Società Dantesca. A seguire lettura drammatizza da: Inferno V; Purgatorio XXI; Paradiso XI, libera versione in prosa della Divina Commedia di Marino Calducci. Il 9 giugno, corteo da Palazzo Vecchio alla Basilica di Santa Croce e poi fino alla Casa di Dante dove saranno deposte corone di alloro. Alle 11 nel Salone de' Dugento in Palazzo Vecchio, dopo la prolusione dell'assessore alle tradizioni popolari fiorentine Eugenio Giani, cerimonia di consegna di un riconoscimento ad Anna Maria Chiavacci Leonardi, autrice di significativi studi danteschi e premio Feltrinelli 2000 dell'Accademia dei Lincei per il commento alla Divina Commedia.