Home > Webzine > La partita di solidarietà
sabato 14 dicembre 2019

La partita di solidarietà

19-10-2007
A Montevarchi, va in scena “La partita della solidarietà - il calcio che fa bene”, 1° Trofeo Marco Failli e Guido Fatucchi, incontro sportivo a fine benefico tra il Team Valdarno -squadra costituita per l'occasione, composta da amministratori, commercianti ed imprenditori del Valdarno e Provincia- e la Nazionale “Attori”. Dalle ore 14 lo Stadio Comunale Brilli Peri ospiterà, dunque, un evento davvero unico, realizzato grazie agli sforzi profusi dall'Associazione ATRACTO e dall'Associazione Delfosub Club del Valdarno. L'ATRACTO, nata nel dicembre 1997, fornisce sostegno e accoglienza alle persone colpite da una grave lesione cerebrale, garantendo assistenza continua alle famiglie.L'attività del suo sportello d'accoglienza e consulenza legale e psicologica, nella propria sede presso l'Ospedale del Valdarno, è un punto di riferimento sicuro ed efficiente, riconosciuto anche a livello regionale. La Delfosub Club è nata anch'essa nel 1997, ed è un centro qualificato che, utilizzando didattiche H.S.A. (Handicapped Scuba Association International) e N.A.D. Europe (National Association Diving Disabled Swimming Technical Stand), effettua a titolo volontario formazione natatoria e subacquea di soggetti disabili, fino al raggiungimento, da parte di questi ultimi, del brevetto che consenta loro di effettuare immersioni subacquee in acque libere (mare, lago). L'idea di organizzare una partita di calcio a scopo benefico, fortemente voluta sia dalla Delfosub Club che dall'ATRACTO, ha ottenuto il patrocinio e la collaborazione della Conferenza dei Sindaci dei 10 Comuni del Valdarno, della Provincia di Arezzo, del Consiglio Regionale Toscano e del Cesvot (Centro Servizi Volontariato Toscana) delegazione di Arezzo. L'iniziativa è finalizzata alla realizzazione di un progetto ambizioso ma realmente possibile: creare un punto informativo e propositivo per il turismo accessibile a “Tutti” tramite la creazione di una banca dati delle strutture alle quali i disabili possono accedere, e organizzare, inoltre iniziative turistiche finalizzate a percorsi di autonomia e formazione degli operatori-accompagnatori.