Home > Webzine > Diminuiscono i fumatori
mercoledì 20 novembre 2019

Diminuiscono i fumatori

01-06-2004

Diminuiscono i fumatori e aumenta il rispetto verso chi non fuma: ecco come cambia l'abitudine al fumo in Italia, secondo l'indagine Doxa commissionata dall'Istituto Superiore di Sanità. Gli italiani che fumano sono sempre meno: il 26,2% della popolazione contro il 27,6% del 2003 e il 35,4% del 1957. Si tratta della percentuale più bassa registrata negli ultimi 47 anni e accompagnata, per la prima volta negli ultimi 20 anni, da una diminuzione delle vendite di sigarette, in calo dell'1,3% nel 2003 rispetto al 2002. La riduzione di fumatori ha riguardato maggiormente gli uomini, passati dal 33,2% del 2003 al 30% dell'anno corrente, mentre l'abitudine al fumo risulta, tra le donne, stabile. I fumatori si dividono in tre gruppi secondo il consumo medio quotidiano di sigarette: l'11,7% dichiara di fumare meno di 15 sigarette al giorno, il 12,1% di fumare 15-24 sigarette al giorno; mentre i forti fumatori, coloro ossia che fumano 25 o più sigarette al giorno, sono una stretta minoranza: appena il 2,4% degli italiani adulti. Inoltre l'indagine infatti ha rivelato che l'85% dei fumatori è favorevole al fatto che il divieto di fumare sul posto di lavoro venga esteso a tutte le aziende e che l'87% dei fumatori è favorevole alla creazione di spazi per fumatori nei locali pubblici. Non solo: il 54,5% di chi fuma ritiene che il fumo alteri il gusto e ben il 45% è consapevole della possibilità di apprezzare maggiormente i cibi dopo solo 2-3 giorni dalla cessazione di tabacco.