Home > Webzine > Forse a Firenze gli incontri di pace tra palestinesi e israeliani
lunedì 11 novembre 2019

Forse a Firenze gli incontri di pace tra palestinesi e israeliani

11-01-2003
Potrebbero svolgersi alla Scuola di guerra aerea delle Cascine gli incontri di pace tra palestinesi e israeliani che Firenze si è candidata ad ospitare. Lo ha annunciato il sindaco Leonardo Domenici che è intervenuto alla sessione di lavori dedicata alla pace, nell'ambito del meeting sulla globalizzazione "A new global vision" a San Rossore. "Avrei pensato anche al luogo -ha detto Domenici parlando della candidatura di Firenze per i colloqui di pace- la Scuola di guerra aerea delle Cascine è in grado di garantire la massima sicurezza, un facile accesso e anche l'ospitalità per chi prenderà parte agli incontri. Comunque a Firenze non mancano certo i posti dove ospitare questi incontri". Domenici ha quindi rilanciato la candidatura di Firenze, sottolineando al tempo stesso l'esigenza di creare una rete di luoghi per garantire ampia ospitalità ai diversi incontri di pace. "Firenze ha una tradizione che è anche una garanzia per quanto riguarda l'ospitalità, ma io non dico Firenze e la Toscana punto e basta -spiega Domenici- Si tratta, piuttosto, di creare una rete di realtà, di luoghi diversi, che possano candidarsi a ospitare a più riprese gli incontri bilaterali e i negoziati di pace. In caso Firenze fosse scelta, Firenze sarebbe in grado di organizzare eventi collaterali e manifestazioni culturali, ad esempio sul tema del confronto tra le religioni, coinvolgendo grandi personaggi ed esponenti del movimento pacifista". Nella seconda metà di maggio il sindaco Leonardo Domenici e il presidente della Regione Toscana Claudio Martini hanno inviato al Presidente del Consiglio una lettera con la candidatura ufficiale di Firenze e della Toscana. La scorsa settimana, poi, dopo l'ampio appoggio manifestato da Shimon Peres e da Hanna Siniora, presidente della Camera di commercio israelo-palestinese, è stata inviata una seconda lettera al Capo del Governo.