Home > Webzine > A Firenze tre Hospice per accogliere gli incurabili
martedì 06 dicembre 2022

A Firenze tre Hospice per accogliere gli incurabili

15-01-2008
Tre speciali reparti progettati per accogliere e assistere i malati non più curabili: il primo dei tre Hospice che apriranno in cisacuna delle tre zone della Asl 10 di Firenze entrerà in funzione a fine marzo con sede nelle ex Oblate di Careggi; le altre in via S. Felice a Ema (fine 2008) e a Torregalli (2009): in totale i posti letto saranno 35. Lo ha annunciato il medico palliativista Piero Morino, il responsabile dell’Unità di Cure Palliative-Leniterapia della Zona Firenze della Asl 10, che dirigerà la prima delle tre strutture. Il primo dei nuovi reparti, quello diretto da Morino, avrà sede nell’ex convento delle Oblate, in piazza di Careggi, con una disponibilità di 11 posti letto. Qui si trasferirà l’intera Unità di Cure Palliative - Leniterapia, formata da 13 specialisti, tra medici e infermieri, che saranno integrati da altri 8 infermieri professionali e 8 operatori sociosanitari per coprire tutti i turni. Poi toccherà a via S. Felice a Ema, ossia dell’ex Villa Principessa di Piemonte (12 posti letto). Il terzo Hospice (10 posti letto) sarà infine realizzato dell’ampliamento dell’ospedale di Torregalli. Nel Libro Bianco recentemente realizzato dal Ministero della Salute la Toscana è segnalata tra le regioni più sprovviste di Hospice. Fino al 2006 una sola struttura a Livorno con 10 posti, poi saliti a 21 lo scorso anno grazie a due iniziative a Camaiore e Montevarchi.