Home > Webzine > Cioni difende lo stop ai mendicanti per strada e rilancia: ''Marciapiedi liberi''
giovedì 21 novembre 2019

Cioni difende lo stop ai mendicanti per strada e rilancia: ''Marciapiedi liberi''

02-04-2008

Tiene duro e difende la proposta di vietare ai mendicanti di sdraiarsi per terra nelle vie di Firenze o fare l'elemosina ai semafori, l'assessore alla sicurezza del Comune di Firenze Graziano Cioni. Questo nonostante la pioggia di critiche ricevute e le accuse di persecuzione di categorie disagiate come chi fa accattonaggio - sia da esponenti politici, anche nazionali, assieme ad esponenti religiosi ed oeganizzazioni come la Caritas. L'assessore ribadisce che la misura non ha alcun intento punitivo o persecutorio, ma serve a tutelare la sicurezza dei cittadini, dopo che una persona non vedente si era gravemente ferita inciampando proprio un mandicante disteso per terra. "Se una persona - ha detto Cioni - inciampa e si fa male e noi diciamo che l'altra persona non deve stare distesa sul marciapiede e a ciò c'è attenzione nazionale, vuol dire che qualcosa non torna. "Dire che i marciapiedi non devono essere ingombrati non capisco cosa c'entri con la politica". Per l'assessore si tratta solo del "rispetto delle regole", che "non è né di destra né di sinistra, ma auna cosa di buon senso". Detto questo, Cioni passa al contrattacco, presentando i risultati dell' operazione "Marciapiedi liberi" realizzata dalla Polizia Municipale su solecitazione dell'Unione Italiana Ciechi di Firenze: un giro di vite contro la sosta selvaggia e l'ingombro dei marciapiedi che ostacolano o mettono in pericolo i pedoni non- o ipovedenti e i disabili, che dal 7 al 15 marzo ha portato al risultato di 727 veicoli rimossi e 785 contravvenzioni elevate. A queste si devono aggiungere anche le 118 contravvenzioni ad altrettanti veicoli parcheggiati sui passaggi pedonali e i 67 verbali per la sosta negli spazi riservati alle fermate dell'Ataf. In totale le contravvenzioni ai veicoli sui marciapiedi sono passate da oltre 11.500 nel 2004 , circa 8.000 nel 2005 e 2006, ma sono salite a quasi 10.000 nel 2007.