Home > Webzine > Vivere la cittadinanza
martedì 12 novembre 2019

Vivere la cittadinanza

14-05-2008
Una riflessione sull'educazione alla cittadinanza, sul valore e la centralità della scuola, per un'inclusione sociale di tutti i bambini, ad iniziare dalla scuola dell'infanzia. Sono questi alcuni temi affrontati nel convegno "Vivere la cittadinanza" di stamani, con il saluto dell'assessore alla pubblica istruzione Daniela Lastri ai tanti educatori presenti nel salone de' Cinquecento. "L'educazione alla cittadinanza è un punto centrale della nostra scuola - ha spiegato l'assessore alla pubblica istruzione Daniela Lastri - ed è quindi importante riflettere sui temi di intercultura e di globalizzazione, permanentemente in movimento. Vorrei ricordare infatti che ad oggi, i bambini stranieri nella scuola dell'infanzia sono il 14%, oltre il doppio della percentuale nazionale. E proprio sulla base di questi numeri sempre in crescita, e di conseguenza sulle diverse provenienze culturali, vogliamo offrire sempre nuove opportunità per tutti, perché il valore dell'uguaglianza ma anche delle differenze, delle diversità e quindi dell'interazione, devono assumere un forte valore educativo in una prospettiva interculturale, che cerchiamo di attuare attraverso diversi progetti educativi".Ed a proposito di progetti, il prossimo appuntamento, dopo il convegno di stamani, è con l'inaugurazione di giovedì 22 maggio con la mostra "Progettando... tra le scuole" che si terrà all'Istituto degli Innocenti, in cui saranno esposti i lavori dei bambini delle scuole dell'infanzia comunali, statali e private paritarie, realizzati durante l'anno. La mostra costituisce uno strumento prezioso di lettura e di confronto dei percorsi educativi e delle esperienze didattiche realizzate su tematiche che vanno dalla conoscenza dell'ambiente a le risorse storiche e artistiche del territorio, ma anche le differenze culturali e le emozioni vissute ascoltando fiabe e leggende. Durante la mostra sono previsti laboratori ludici realizzati dalla Bottega dei ragazzi del Museo degli Innocenti.