Home > Webzine > Le commemorazioni per il 15/o anniversario della strage dei Georgofili
lunedì 18 novembre 2019

Le commemorazioni per il 15/o anniversario della strage dei Georgofili

26-05-2008
Quindici anni fa, la strage dei Georgofili a Firenze: alle 1,04 della notte tra il 26 e il 27 maggio 1993 una autobomba - di matrice mafiosa, riveleranno poi le indagini ed i processi - esplose in via Lambertesca, a due passi dagli Uffizi, provocando la morte di cinque persone: i quattro membri della famiglia Nencioni e lo studente Dario Capolicchio. I feriti furono 48, e gravissimi i danni al patrimonio artistico e architettonico. Come ogni anno, numerose sono le iniziative organizzate dal Comune di Firenze assieme all' "Associazione tra i familiari delle vittime di via dei Georgofili" per commemorare le vittime e rinnovare la richiesta di verità e giustizia su una delle pagine più drammatiche della storia fiorentina ed italiana. Lunedì 26 maggio alle 9,30 nel Salone de' Dugento in Palazzo Vecchio si apre il convegno dal titolo "27 maggio 1993: la memoria della strage, un percorso per non dimenticare", cui partecipano, tra gli altri, Giovanna Maggiani Chelli dell'Associazione tra i familiari delle vittime di via dei Georgofili, il procuratore onorario della Corte di Cassazione Piero Luigi Vigna ed il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso. Alle 12.30 in via dei Georgofili verrà scoperta la lapide in memoria delle vittime. Apartire dalle 22 in piazza della Signoria è prevista un'inizitiva pubblica in ricordo della strage con interventi, tra gli altri, del presidente dell'Associazione dei familiari delle vittime di via dei Georgofili Luigi Dainelli, di Piero Luigi Vigna e di Piero Grasso. A seguire lo spettacolo teatrale "Laura C", liberamente tratto da "Aspettando Godot" di Samuel Beckett, a cura della Compagnia Residui Teatro. Poco prima dell'una, da Palazzo Vecchio partirà un corteo con i gonfaloni di Comune e Provincia di Firenze, Regione Toscana e delle associazioni di volontariato col sindaco Leonardo Domenici, che arriverà in via dei Georgofili. Alle 1.04, l'ora in cui scoppiò la bomba, sarà deposta una corona di alloro, mentre risuoneranno i rintocchi della campana della "Martinella" posta sulla torre di Palazzo Vecchio - rimessa in funzione per l'occasione dopo un restauro. Martedì 27 maggio alle 8.30 due cuscini di fiori saranno depostisulla tomba della famiglia Nencioni al Cimitero della Romola e alle 9 sulla tomba di Dario Capolicchio al cimitero di Sarzanella. Alle 9.30 nella chiesa di San Carlo in via Calzaiuoli sarà celebrata una Messa in suffragio delle vittime. Alle 10.30 all'Accademia dei Georgofili verrà inaugurata l'esposizione dell'intera raccolta di acquerelli con cui il maestro Luciano Guarnirei ha ritratto le drammatiche immagini della strage. L'esposizione resterà aperta fino a venerdì 26 settembre, dal lunedi' al venerdi' dalle 15.00 alle 18.00. Alle 18, sempre nella sede dell'Accademia dei Georgofili, sara' proiettato al pubblico il filmato realizzato dall'Universita' degli Studi di Firenze in cui sonostate raccolte immagini di emittenti tv, del Ministero per i beni e le attivita' culturali, dei Vigili del fuoco e di videoamatori.