Home > Webzine > Studenti di Scienze Politiche contro la riduzione delle sessioni di esame
martedì 19 novembre 2019

Studenti di Scienze Politiche contro la riduzione delle sessioni di esame

02-10-2008

In agitazione gli studenti di Scienze politiche dell’Università di Firenze: motivo delle proteste è il varo di un nuovo calendario didattico che prevede, tra l’altro, la diminuzione delle sessioni di esame disponibili, la riduzione a 32 materie e un accorpamento dei vari corsi di laurea in un primo anno comune a tutti. Obiettivo è secondo la presidenza quello di ridurre i cali delle frequenze ai corsi in prossimità dei numersi “esamini” o “prove” di metà corso. Scompaiono così le sessioni di marzo e novembre. Non ci stanno però alcune delle rappresentanze studentesche, che vogliono che si torni al vecchio sistema, dato che quello nuovo danneggia in modo particolare gli studenti lavoratori, che hanno meno possibilità di conciliare i tempi di studio e lavoro.