Home > Webzine > Artemio Franchi
mercoledì 20 novembre 2019

Artemio Franchi

05-11-2008
"In memoria di Artemio Franchi dirigente sportivo profondamente legato a Firenze Presidente dell'UEFA dal 1973 al 1983 nel XXV anniversario della sua scomparsa". E' la scritta sulla lapide commemorativa che è stata scoperta oggi nell'atrio d'onore dello stadio a lui intitolato. La lapide è stata collocata di fronte a quella che ricorda la visita di Papa Giovanni Paolo II allo stadio il 19 ottobre 1986 e - come ha sottolineato Mencucci - non viene scoperta in un giorno qualsiasi, ma in una data importante per Firenze come quella che vede la Fiorentina ospitare il Bayern Monaco. Artemio Franchi, dopo esser statodirigente sportivo presso l'ACF Fiorentina, ricoprì una prima volta l'incarico di Presidente della FIGC dal 1966 al 1976 dopo essere stato Commissario Straordinario della Lega Calcio. Nel 1972 fu elettopresidente della UEFA, e nel 1974 Vicepresidente della FIFA, ragion per cui lasciò nel 1976 l'incarico in Figc a Franco Carraro; dovette poi assumere nuovamente la presidenza della Federcalcio italiana due anni dopo, quando lo stesso Carraro fu nominato Presidente del CONI, finché lo scoppio dello scandalo del calcio scommesse non lo costrinse alle dimissioni nel 1980. Mantenne invece fino alla morte i propri incarichi presso FIFA e UEFA. Fu inoltre capitano della contrada della Torre, che prende parte al Palio di Siena, dal 1971 fino alla sua morte, nell'agosto del 1983, avvenuta per un incidente stradale.