Home > Webzine > Un fiorentino in gara agli Oscar
mercoledì 13 novembre 2019

Un fiorentino in gara agli Oscar

25-01-2005
Il rinnovato spirito documentaristico che negli ultimi anni si è fatto spazio nelle sale cinematografiche, nelle rassegne e nei festival ha trovato in un regista italiano la candidatura agli Oscar: il fiorentino Luigi Falorni, giovane regista trapiantato in Germania, concorrerà ai prestigiosi premi Oscar con il suo documentario "La storia del cammello che piange". L’opera - presentata in anteprima nazionale proprio a Firenze il 28 novembre scorso, nell’ambito della 45° edizione del Festival dei Popoli – è il lavoro con cui Falorni si è laureato nell’aprile 2003 alla Munich Film School, dopo aver mosso i primi passi alla Cooperativa Schermobianco di Firenze. La storia del cammello, che ha commosso le oltre 400 persone presenti al cinema Alfieri di Firenze alla prima visione nazionale, è la storia di una famiglia di pastori del deserto del Gobi, nel sud della Mongolia, che affronta come ogni anno il periodo delle nascite dei cammelli. Un parto si rivela particolarmente difficile: dopo due giorni di travaglio, viene finalmente alla luce un cammello albino, ma la madre, traumatizzata dal dolore, lo rifiuta. Il cucciolo rischia di morire. Dopo innumerevoli tentativi, resta solo una speranza: la musica... "Il piccolo cammello affamato è la storia di ognuno di noi – ha dichiarato Falorni in un’intervista – rappresenta l’incessante ricerca di protezione e di amore che tutti tendono a ricercare".

di Antonio Pirozzi