Home > Webzine > Documentare, trasformare, inventare … la realtà!
lunedì 18 novembre 2019

Documentare, trasformare, inventare … la realtà!

04-08-2005
Il convegno "Documentare, trasformare, inventare … la realtà. Realismo e anti realismo nel cinema dell’est europeo dal 1989 ai giorni nostri" che si terrà sabato 27 agosto 2005, coordinato da Elisabetta Amalfitano nella Sala degli Affreschi di Sant’Apollonia, tenterà di analizzare come si sia sviluppato il cinema dell’est dopo la caduta del “dogma comunista”. Quanto è possibile, oggi, parlare di realismo quando si ha a che fare con l’arte e con la rappresentazione cinematografica o se, invece, non si debba andare nella direzione di una trasformazione o addirittura di un’invenzione da parte dell’artista nei confronti della realtà. Questo è ciò che intende proporre Nessun Dogma International Film Festival all'Arena Piccola di Campo di Marte: contro non solo ogni dogma mentale e culturale, ma anche, dal punto di vista estetico, contro la poetica del Dogma ’95, che riduce la rappresentazione cinematografica alla riproduzione della realtà “tel quelle est”.
Nessun Dogma International Film Festival:
Martedì 23 agosto 21.00 CORTO DELLA SCUOLA DI LODZ:  Dwaj ludzie z szafa - Due uomini e un armadio, Polonia 1958, bn, 15’di Roman Polanski 21.15: Ivan Fila Il principe dei ladri Repubblica ceca 2004, 109’Sottotit. it
A seguire: Jerzy Sthur: Storie d’amore Polonia 1997, 87’Lingua: italiano
Mercoledì 24 21.00 CORTO DELLA SCUOLA DI LODZ: Kirk Douglas, Polonia 1966, bn di Marek Piwowski. Lingua: inglese, polacco, 11’21.15: Jan Hrebeik: Divided we fall Repubblica ceca  2001, 123’Lingua: italiano
A seguire: Ildikò Enyedi: Tamas and Julie  Ungheria 1997, 62’Lingua: italiano
Giovedì 25 21.00 CORTO DELLA SCUOLA DI LODZ: Koncert Zyczen –  I l concerto di richieste, Polonia 1967 bn, di Krysztof Kieslowski, 16’21.15: Dorota Kedzierzawska: Nic Polonia 1998, 74’Sottotit. It.
A seguire: Ivan Fila: Lea Repubblica ceca 1996 96’Sottotit.it
Venerdì 26 21.00 : CORTO SCUOLA DI LODZ:  Il quadrato, Polonia 1972 di Zbigniew Rybczynski, 4’ 21.00: Jurai Jakubisko: Sono seduto sul ramo…  Cecoslovacchia 1989,  108’Lingua: italiano
A seguire: Jan Jakub Kolski: Pornografia  Polonia 2003, 117’Sottotit. it.
Sabato 27 21.00: CORTO SCUOLA DI LODZ:  Jajko -L’uovo, Polonia 1982, bn, di Dorota Kedzierzawska, 10’21.15: Dorota Kedzierzawska: Wrony, Polonia 1994, 66'Sottotit. it.
A seguire: Abbandonati di Arpad Sopsits, Ungheria 2001, 98'Sottotit. it.
Domenica 28 21.00: CORTO SCUOLA DI LODZ: Szepty wiatru - I sussurri del vento, Polonia 1995 di Franco Pena, 21’ 21.15 : Dorota Kedzierzawska: Diably Diably, Polonia 1991, 86'Sottotit. it.
A seguire:  Janos Szasz I ragazzi di Witman, Ungheria 1997, 92’Sottotit.it.
Lunedì 29 21.00: CORTO SCUOLA DI LODZ:  Drewniane oko Krzysztofa - L’occhio di legno di Cristoforo, Polonia,  di Tomasz Glinki  1997, 8’ Ore 21.15:  Warszawa di  Dariusz Gajewski, Polonia 2003, 90'Sottotit.it.
A seguire:  Ildikò Enyedi:  Simon Magus, Ungheria 1998, 92'Sottotit.it.
Martedì 30 21.00: CORTO SCUOLA DI LODZ:  Cisza – Silenzio, Polonia 1997 di Malgorzata Szumowska 14’21.15: Ildikò Enyedi: Il mio XX secolo, Ungheria 1988, 100'Sottotit.it.
A seguire: Sasa Gedeon: Il ritorno dell’idiota, Repubblica ceca 1999, 99'Lingua: italiano
Info: www.ilgiganteonline.it