Home > Webzine > Venezia: dall'Iran una storia di follia e fanatismo
domenica 17 novembre 2019

Venezia: dall'Iran una storia di follia e fanatismo

05-09-2005
Fanatismo religioso e follia che nascono da un dolore e trasformano un semplice pastore, sconvolto dalla perdita della moglie e del figlio non ancora nato, in un infanticida. Convinto di avere una missione divina, quella di sottrarre i bambini ad un mondo che vive nel peccato. Questo la storia che racconta il regista iraniano Alì Mohammed Gashemi in "Tracce sulla terra", presentato nella Settimana della critica. Un film girato nella natura dell'Iran, dove la telecamera portata direttamente sulla spalla dallo stesso regista apre sullo schermo paesaggi di allucinata e disperata solitudine. Dove la sofferenza di un uomo che nessuno può aiutare si trasforma in delirio e poi in lucida follia.