Home > Webzine > La ''supercazzola'' a France Cinéma
giovedì 21 novembre 2019

La ''supercazzola'' a France Cinéma

02-11-2006
Il Perozzi, il conte Lello, il Necchi, il Melandri, il Sassaroli alla quarta giornata di France Cinéma. Gli amici di Monicelli sul grande schermo. Le "zingarate" che hanno divertito, ma anche commosso, il pubblico. Il primo atto, del 1975 e il secondo del 1984, di "Amici miei" vengono proiettati giovedì 2 novembre al Cinema Gambrinus rispettivamente alle 18 e alle 22.30, piatto forte dell'omaggio che il festival dedica a Noiret, alias Giorgio Pirozzi, il narratore, il capofila, il giornalista che lavora alla Nazione, un fiorentino che più fiorentino non si può, cinico, complice, disincantato, morto d'infarto alla fine del primo film, "resuscitato" nel secondo, dove anche l'Arno fa la sua parte, l'alluvione giusto 40 anni fa di questi giorni. Ancora Noiret gran mattatore in "Masques" (1984) di Claude Chabrol, feroce e delirante satira del meccanismo televisivo e delle sue storture (ore 10 Istituto Francese) e nel "Cane blu" l'episodio del film "La domenica specialmente" (1991) diretto da Giuseppe Tornatore (al Gambrinus alle 16). Per la Panoramica sulla stagione alle 20,30 sempre al Gambrinus passa "Je vais bien, ne t'en fais pas" di Philippe Lioret (2005), un film intimista, straziante e doloroso, due fratelli gemelli di fronte alle scelte decisive della vita.

di Antonio Pirozzi