Home > Webzine > A Firenze la prima internazionale di ''Grüne Rose''
mercoledì 20 novembre 2019

A Firenze la prima internazionale di ''Grüne Rose''

29-01-2007

Omaggio straordinario a Richard Grüne, artista e testimone dello sterminio degli omosessuali sotto il nazismo, in Occasione del Giornao della Memeora". Sabato scorso si è tenuta a Firenze la proiezione, in prima internazionale, del cortometraggio "Grüne Rose". Gli omosessuali sono stati il terzo gruppo, dopo ebrei e zingari, a essere perseguitati, internati e sterminati nei lager nazisti. A causa del Paragraph 175, che condannava l’omosessualità come aberrante nonché minacciosa per la società, sono stati circa centomila gli omosessuali arrestati tra il 1933 e il 1945. Tra questi – si stima – circa quindicimila vennero internati nei campi di concentramento; da documenti ufficiali del regime hitleriano è risultato che solo quattromila furono i sopravvissuti. Numerosi sopravvissuti furono nuovamente incarcerati, ancora in base al Paragrafo 175 del codice penale tedesco, che rimase in vigore fino al 1969. Il tedesco Richard Grüne fu uno di loro. Grüne Rose, co-prodotto da Visions Milano e Arcigay FirenzeIl Giglio Rosa”, è realizzato dagli stessi regista e sceneggiatore della nota cineistallazione “Binario 21” (sulla deportazione di Liliana Segre) e di “Dear Anne. The gift of hope”  (la storia di Anne Frank in 3D che gli artisti della 263 Films stanno mettendo a punto), e vuole essere un omaggio alla memoria, alla forza e al coraggio di Richard Grüne: il coraggio di raccontare ciò che per troppo tempo era stato taciuto.