Home > Webzine > Odeon: Una Finestra sul Nord. Rassegna di cinema finlandese
venerdì 15 novembre 2019

Odeon: Una Finestra sul Nord. Rassegna di cinema finlandese

12-11-2009

"Una Finestra sul Nord. Rassegna di cinema finlandese" è in programma, al Cinema Odeon, dal 13 al 15 novembre. "50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze" apre una finestra sulla cinematografia finlandese, sui paesaggi innevati e le foreste ad alto fusto, ma anche la Finlandia dei giovani talenti di oggi, con il focus dedicato al giovane regista Dome Karukoski.
La rassegna comprende alcuni tra i prodotti più recenti della cinematografia finlandese, già presentati con successo in molti festival in tutto il mondo. Quest’anno una particolare attenzione è stata dedicata ad opere che descrivono l’universo dei giovani e giovanissimi, passando dalle atmosfere favolistiche di Pelikaanimies (L’uomo pellicano) di Liisa Helminen, al mondo degli adolescenti e giovani adulti dei film di Dome Karukoski, di cui verranno presentati tutti e tre i titoli finora da lui realizzati. In programma ci sarà inoltre il divertente documentario a sfondo ecologico Katastrofin aineksia, (Ricette per il disastro) di John Webster, e la panoramica sarà completata da una selezione di film d’autore che spaziano dal suggestivo film horror Sauna di A.J. Annila, ai film che raccontano la società d’oggi con una vena sobria ma intensa, in cui i suggestivi paesaggi della Finlandia fanno da cornice a strutture narrative solide e coinvolgenti.

In programma

Venerdì 13 Novembre

ore 18.30, Sei una Stella (Tyttö sinä olet tähti) di Dome Karukokoski
Il film  racconta una storia sui giovani di oggi. Nelli è la figlia perfetta di una famiglia benestante che sogna una carriera da cantante mentre i genitori le progettano una carriera da medico. Un dj hip-hop, cresciuto in ambiente popolare, Sune, aiuterà Nelli a realizzare il suo sogno.

ore 21.00 Inaugurazione di Una Finestra sul Nord
con il film Frutto proibito (Kielletty hedelmä) di Dome Karukoski.
Una storia sulla rottura degli schemi e sulla ricerca di libertà. Il film parla di due ragazze cresciute in campagna in un ambiente religioso molto rigido che all’alba della maturità scappano nella capitale a cercare la libertà e le prime esperienze in quel mondo che finora è stato loro proibito.

Sabato 14 Novembre

ore 16.00 L’uomo Pellicano, Pelikaanimies di Lisa Helminen.
La giovane Emil si trasferisce con la madre dalla campagna alla città. Contemporaneamente un Pellicano affascinato dal genere umano atterra sulla spiaggia e decide di diventare un uomo. Mentre Emil cerca di abituarsi alla vita cittadina, il Pellicano impara i costumi e le abitudini degli umani. Il Pellicano si trasferisce in una casa vicina a quella di Emil che scopre con acume le vere origini del suo vicino, la cui trasformazione è quasi perfetta - neppure la sua padrona di casa, allergica ai pennuti, sembra sospettare qualcosa… Una favola colorata per grandi e piccini.

Ore 18.00 Ricette per il disastro (Katastrofin aineksia) regia di John Webster
Possiamo vivere senza usare i derivati del petrolio? Preoccupato per l’aggravarsi della crisi ecologica, il regista di questo film, dolorosamente divertente, decide di fare un anno di prova e convince sua moglie e i due figli a dire addio all’automobile e all’acquisto di prodotti di plastica o confezionati con la plastica senza rinunciare allo stile di vita di una famiglia finlandese qualsiasi. Ironico ed intelligente, un documentario per tutta la famiglia. www.recipesfordisaster.info

ore 20.30 Ghiaccio nero (Musta jää) regia di Petri Kotwica
Le conseguenze della gelosia. Saara, una ginecologa quarantenne, scopre che il marito ha una relazione con una studentessa. Ossessionata dalla verità, Saara si presenta alla sua rivale sotto falsa identità. A poco a poco tra le due donne si crea un’amicizia mentre il gioco di sotterfugi si complica, ingannevole come un sottile strato di ghiaccio sull’asfalto. Un thriller psicologico, una gara di bravura tra le due attrici protagoniste.

Ore 22.45  Sauna (Sauna) di A.J. Annila
A.D. 1595, l’epilogo della lunga guerra tra Russia e Svezia. Due fratelli Knut ed Erik sono mandati a ridefinire la nuova frontiera tra i due regni. Da qualche parte nel nord della Finlandia i due commettono un terribile crimine e abbandonano una ragazza ad una morte atroce. Il fantasma della vittima tornerà a perseguitarli. In mezzo al nulla trovano un villaggio e nel villaggio una sauna, secondo un’antica credenza  capace di mondare ogni peccato. Un horror intenso, ipnotico, tra rimorso e redenzione, vincitore del Méliès d'Argent al Brussels International Fantastic Film Festival 2009.

Domenica 15 Novembre

ore 16.00 Il mistero del lupo (Suden arvoitus) regia di Raimo O. Niemi,
Salla, 12 anni, ha un misterioso legame con la natura e con gli animali, vive nella Lapponia finlandese con i genitori adottivi finché un giorno ricompare la sua vera madre turbando l’equilibrio emotivo della ragazza. Salla, volendo insieme al suo amico Matias salvare e proteggere due cuccioli di lupo dai bracconieri, si trova coinvolta in una avventura più grande di lei. Il film conduce tutta la famiglia nel bel mezzo di una vicenda emozionante e coinvolgente nella magia dei paesaggi lapponi.

Ore 18.00 I solisti (Sooloilua)
L'intelligente e indipendente Emma, una giornalista trentenne, viene mandata senza preavviso ad intervistare il celebre direttore d'orchestra Joel Abrahamsson. L'intervista si rivela un disastro, ma da quel momento in poi Emma si accorge con stupore di essersi invaghita di Joel, e in una settimana s’innamorano follemente l’uno dell’altra. Emma non avrebbe comunque potuto immaginare che dopo alcune settimane sarebbe andata ad abitare in una vecchia casa di campagna con la madre di Joel, donna affetta da demenza ma di notevole carattere, mentre lui è continuamente in giro per il mondo. E questo è solo l’inizio dei cambiamenti…

ore 20.30 La casa delle farfalle nere (Tummien perhosten koti) regia di Dome Karukoski
Il film si basa sul romanzo omonimo di Leena Lander e racconta la storia di Juhani, un ragazzo angosciato da una tragica esperienza avvenuta nell'infanzia. Dopo sei anni trascorsi in famiglie affidatarie finisce nell'istituto di correzione per ragazzi chiamato l'Isola. Nell'Isola si stabiliscono leggi e regole proprie, ideate e messe in pratica con durezza dal direttore Olavi Harjula. Oltre ai sette ragazzi e a Harjula, nell'Isola abitano solo sua moglie, le due figlie ed una domestica. La società dell'Isola è come un mondo a sé. Il film costringe lo spettatore a porsi domande dure: quanto a lungo si deve pagare per gli sbagli commessi in passato? Quando è possibile affrancarsene? È davvero possibile farlo? Si può e si deve pagare per gli errori altrui?

ore 22.30 L'anno del lupo (Suden vuosi) regia di Olli Saarela
Sari è una brillante studentessa di letteratura che appare serena e sicura di sé. Le donne ne invidiano la bellezza e l'intelligenza, gli uomini l’ammirano per le stesse ragioni. In Sari però è in agguato una belva che la isola dal resto del mondo. Soffre infatti di epilessia, malattia che fa paura, a volte ritenuta quasi mistica. La paura di nuovi attacchi la tiene sempre all'erta. Quando Sari incontra Mikko Groman, docente universitario di letteratura, ravvisa in lui lo stesso senso di estraneità. L’anno del lupo è una storia sull’amore non convenzionale e sul superamento delle proprie paure.

Sabato 14 e domenica 15 pomeriggio, dopo la proiezione del film delle 16.00, l'Associazione Culturale Italo-Finlandese offrirà a tutti i bambini cioccolatini e biscotti tipici della Finlandia.

Info: www.mediatecatoscana.it