Home > Webzine > ''Il cinema italiano, dai telefoni bianchi agli anni '60'' alla Scuola di Cinema Immagina
sabato 31 ottobre 2020

''Il cinema italiano, dai telefoni bianchi agli anni '60'' alla Scuola di Cinema Immagina

16-03-2012
Venerdì 16 marzo c'è "Il cinema italiano, dai telefoni bianchi agli anni '60", secondo incontro sulla storia del cinema a cura Giovanni Bogani e Lorenzo Paviano alla Scuola di Cinema Immagina, in Via Borgo della Stella 11/R, alle ore 21.00. L'incontro è aperto a tutti con ingresso gratuito.
Il cinema italiano si evolve in molte direzioni, e in alcuni casi fa da esempio al resto del mondo. In una carrellata veloce ma esaustiva, vedremo alcuni esempi del cinema dei “telefoni bianchi”, cioè le commedie dirette sotto il fascismo, molto più belle di quanto comunemente si creda: da “Maddalena zero in condotta” a “Grandi magazzini” a “Ore nove lezione di chimica”. Poi scopriremo la trasformazione del cinema durante la Seconda guerra mondiale, con il punto di svolta rappresentato da “Ossessione” di Visconti. Per arrivare ai capolavori del Neorealismo, da “Roma città aperta” a “Ladri di biciclette”, e proseguire con la grande commedia all’italiana, dai “Soliti ignoti” al “Sorpasso”, e giungere al cinema dei maestri Fellini e Antonioni: da una parte “I vitelloni”, “Otto e mezzo” e “La dolce vita”, dall’altra “L’avventura”, “L’eclissi” e “Deserto rosso”. Si arriverà fino ai rivoluzionari Bertolucci e Bellocchio.
Giovanni Bogani è critico di cinema del quotidiano “La Nazione” e direttore del festival “Goal. Storie di calcio, storie di vita”. Ha scritto il Castoro cinema su Peter Greenaway e saggi su Tarkovskij, Calvino, Wenders, Altman.
Lorenzo Paviano è coautore, insieme a Bogani, del libro “Ciak, si scrive”, Cult editore. Insegna sceneggiatura alla scuola di cinema Immagina.
Info: www.cinemaimmagina.it