Home > Webzine > ''Progetto Cinema e Scuola 2012'' al Cinema Odeon Firenze
venerdì 15 novembre 2019

''Progetto Cinema e Scuola 2012'' al Cinema Odeon Firenze

30-11-2012

Dal 30 novembre al 5 dicembre si svolgerà il "Progetto Cinema e Scuola 2012", una serie di proiezioni per le scuole organizzate da Laboratorio Immagine Donna, Giardino dei Ciliegi e Mediateca di Sistema di Fondazione Toscana, in collaborazione con Unicoop Firenze, in occasione del 34° Festival Internazionale di Cinema e Donne "For Love or Money". Tutte le proiezioni si terranno al Cinema Odeon Firenze (piazza Strozzi) e al termine di ogni film si svolgeranno gli incontri con le autrici anche per scoprire i segriti del fare regia. Anche quest’anno il Festival indagherà sui molti modi in cui si può declinare la passione del cinema per la realtà.
C’è chi sceglie il film narrativo, quasi classico per parlare ai più giovani della violenza, senza fare prediche, anzi svelando il legame che c’è tra l’apparentemente innocuo fenomeno del bullismo e le tragedie delle guerre che “gli adulti” scatenano e facilmente giustificano: "In un mondo migliore" di Susanne Bier.
Chi, con grande sapienza, lavora sulla memoria individuale per ripercorrere gli eventi della grande Storia, proponendo un punto di vista assolutamente inusuale: "Terra Matta" di Costanza Quatriglio.
Con la proiezione di "Comizi d’amore" di Pier Paolo Pasolini si entrerà in contatto con i ragazzi e i professori di Bologna che, a partire da questo film, hanno costruito il loro percorso di parole e immagine sugli stereotipi di genere, nel nostro paese, oggi.
Con un evento speciale per le scuole elementari e medie dedicato al film "La torta in cielo" di Lino Del Fra tratto da uno dei più bei racconti di Gianni Rodari, si racconterà un’esperienza didattica ancora oggi esemplare. Ci sarà anche Cecila Mangini, prima documentarista italiana, grande fotografa, collaboratrice di Pasolini e sceneggiatrice di questo film.
Con "Le stelle inquiete" verrà approfondito con Emanuela Piovano, non solo il rapporto che può stabilirsi tra cinema e filosofia, ma scoprire cosa significa fare, e addirittura distribuire, cinema indipendente in Italia.
Concluderà le mattinate  la rassegna dedicata ai migliori lavori in video, realizzati dalle scuole in collaborazione con il Laboratorio Video per le scuole della Provincia di Firenze, premiati come esempi di eccellenza didattica.
Per ogni film saranno fornite schede didattico - informative.  Su richiesta, possono essere organizzati incontri propedeutici o di approfondimento nelle scuole con vari gli esperti.

Ecco il calendario:

Venerdì 30 novembre Cinema Odeon, ore 10:
"In un mondo migliore" di Susanne Bier  
Scuole: medie e superiori

Christian è figlio di un cooperatore danese impegnato, come medico, in Africa, convinto sostenitore della nonviolenza.  Odia suo padre perché crede che non abbia fatto abbastanza per salvare la madre morta recentemente. Il padre è tornato in Danimarca e si occupa del ragazzo ma Christian è chiuso e silenzioso.  A scuola salva da un’aggressione un altro studente, Elias, preso di mira da un gruppo di bulli. Durante una gita al porto, il padre di Elias (Anton ), viene aggredito per futili motivi da un uomo e non restituisce i colpi che riceve. Christian non accetta il fatto che Anton non si sia difeso e decide di vendicarsi contro l'aggressore. Potrebbe accadere qualcosa di terribile, ma per fortuna il piano della vendetta viene smontato in tempo.  Anton, però, tornato in Africa, si trova di nuovo di fronte, amplificato, il dilemma di come possiamo rispondere alle azioni dei malvagi senza essere, a nostra volta, malvagi. Lo stile personale, il ritmo della scrittura cinematografica e del coraggio civile del film hanno catalizzato tutti i maggiori premi dell’anno di uscita: Oscar, Golden Globe e European Film Awards 2011.
Al termine della proiezione incontro con Susanne Bier.

I “corti” del Laboratorio video per le scuole della Provincia di Firenze

Sbulloniamoci (Capire è un viaggio)
Istituto Professionale per l’Agricoltura -Firenze

Sabato 1 dicembre Cinema Odeon, ore 10:
"Terra Matta" di Costanza Quatriglio
Scuole: seconda, terza media e superiori

Si basa su un libro di Vincenzo Rabito, analfabeta sino ai 35 anni, che ha battuto a macchina più di tremila pagine in una lingua inventata tra siciliano e italiano raccontando, assieme alla storia della propria vita, quella del Novecento italiano con la durezza, l’affabulazione e l’ironia degli antichi cantastorie siciliani. È diventato film con la regia complice di Costanza Quatriglio che, spericolatamente, lo ha seguito nel suo racconto componendo una partitura emozionante di immagini e suoni molto amata e anche premiata al Festival di Venezia. L’autobiografia di Vincenzo Rabito è uno dei molti tesori scoperti dall’Archivio dei diari di Pieve Santo Stefano dove è stata depositata e premiata nel 2000. È stata pubblicata da Einaudi nel 2007.
Al termine della proiezione incontro con Costanza Quatriglio e uno dei curatori dell’Archivio dei diari di Pieve Santo Stefano.

I “corti” del Laboratorio video per le scuole della Provincia di Firenze

La strada della liberazione
Liceo Scientifico “Piero Gobetti” Bagno a Ripoli - Firenze 

Lunedì 3 dicembre Cinema Odeon, ore 10:
Evento speciale per le ultime tre classi delle scuole primarie e per le classi delle secondarie di primo grado. (Terza, quarta e quinta elementare e Scuola Media)
"La torta in cielo" di Lino Del Fra, ispirato al racconto di Gianni Rodari e sceneggiatura di Cecilia Mangini con Lino Del Fra e Luigi De Santis.

Una bella mattina d’aprile, negli anni della guerra fredda e del boom economico, ma anche delle periferie povere e sovraffollate, nel cielo di una “grande città tentacolare” appare un UFO, un disco volante, come si diceva allora. Tutti si spaventano, siamo in piena guerra fredda, meno i bambini che possono non andare a scuola. Naturalmente siamo a Roma, ci sono le borgate, le case popolari e i vigili urbani e il Tevere perché la storia è «nata nelle scuole elementari Collodi, borgata del Trullo, Roma, tra gli scolari della maestra Maria Luisa Bigiaretti», come spiegava Gianni Rodari, quando di scrittura creativa, nelle scuole, nessuno parlava e poi è stata pubblicata  a puntate sul Corriere dei Piccoli prima di andare in libreria.  Al cinema, il capo dei militari incaricati di distruggere il supposto alieno e i bambini, che gli sono subito amici, è un giovane Paolo Villaggio che svela, ma anche esorcizza, la paura imperante della guerra atomica che fa scambiare per temibile ordigno nemico anche una torta di crema e cioccolato. Lino Del Fra e Cecilia Mangini non facevano, in genere film per bambini, ma erano convinti che i bambini vedessero più cose di quanto ne vedano gli adulti. Sarà vero? Sarà ancora vero? Proviamo a vedere questo film e a progettarne, forse, un altro assieme ai bambini di oggi.
Al termine della proiezione incontro con Cecila Mangini, sceneggiatrice e molto altro.

I “corti” del Laboratorio video per le scuole della Provincia di Firenze

Kenia 2011- ’ Progetto Il cuore si scioglie
Istituto Tecnico Agrario e Istituto Professionale per l’Agricoltura- Firenze

Un’energia alternativa,,,possibile
Istituto Tecnico Agrario- Firenze

Martedì 4 dicembre Cinema Odeon, ore 10:
"Comizi d’amore" di Pier Paolo Pasolini
Scuole: terza media e superiori

Nel 1963 Pasolini, assieme al produttore Alfredo Bini cerca luoghi e volti per quello che sarà uno dei capolavori del regista e scrittore friulano, Il Vangelo secondo Matteo.
Sarebbe stata, di sicuro, l’occasione per percorrere tutto il paese e così il corsaro convince il produttore ad ottimizzare le spese del viaggio conducendo quella che, allora, era una un’impresa scandalosa: chiedere agli italiani cosa sapevano e cosa pensavano del sesso. Il risultato, sconcertante sia nel sud rigido e arretrato sia nel nord “moderno” e falsamente disinvolto, è un diffuso misto di ignoranza e incapacità di trattare senza imbarazzo i temi legati alla sessualità.
Si lasciano intervistare persone di varia condizione sociale. Molti uomini e poche donne più alcuni intellettuali che non temono il microfono di Pasolini come Oriana Fallaci, Alberto Moravia, Adele Cambria e Cesare Musatti.
Ma come sono cambiate le cose dopo tutti questi anni? Cosa pensano gli italiani di oggi? A queste domande hanno provato a rispondere 200 ragazzi di alcune scuole superiori di Bologna, coordinate dall’Associazione Hamelin, ripetendo, a modo loro, l’esperienza di Pier Paolo Pasolini.
Con quali risultati potremo vedere dal video che hanno realizzato e sentire dalle loro parole.
 
I “corti” del Laboratorio video per le scuole della Provincia di Firenze

Virgilio… ci vorrebbe un amico
Liceo Classico Galilei- Firenze  Liceo Scientifico Gramsci
ITT Marco Polo
- Firenze 
ITE – Istituto di Studi Superiori Balducci- Pontassieve
per l’Agricoltura e l’Ambiente - Firenze

Assaggi di teatro
Istituto Professionale per l’Agricoltura e L’Ambiente-Firenze

Mercoledì 5 dicembre Cinema Odeon, ore 10:
"Le stelle inquiete" di Emanuela Piovano
Scuole: superiori

Estate 1941, Simone Weil ha lasciato da poco il suo lavoro di insegnante e sperimentato la vita dell’operaia alla catena di montaggio. La Francia e il mondo intero affrontano la guerra ed uno dei periodi più bui della Storia. Un magico interludio estivo, come un dono segreto, si offre alla giovane donna, quando lei accetta con riluttanza l'invito di una coppia di piccoli proprietari terrieri. Ispirato ad un vero episodio della breve vita della filosofa francese. Questa è la magica storia dell’incontro con il suo ospite, Gustave, filosofo contadino, che più tardi pubblicherà uno dei più importanti e famosi manoscritti di Simone. Grazie all'incanto di questa “terra di fate”, sotto il sole della campagna coltivata a vite, Simone, Gustave e sua moglie Yvette vivono un'intimità unica e preziosa fatta di amicizia e conoscenza spirituale. L'attrazione, la complicità, e la gelosia iniziale, lasciano posto all'amore e alle risa, e al potere della pura gioia che, per un attimo, sembra fermare il tempo e illuminare il buio. Molto apprezzata e premiata l’interpretazione dell’attrice protagonista Lara Guirao.
Al termine della proiezione incontro con la regista Emanuela Piovano

I “corti” del Laboratorio video per le scuole della Provincia di Firenze

Essere cittadino la mia responsabilità
Istituto Tecnico Agrario  


Contatti ed informazioni: 055 4288054 
 

G.P.