Home > Webzine > ''La parte degli angeli'' e ''Love is all you need'' al Cinema Spazio Uno di Firenze
giovedì 28 maggio 2020

''La parte degli angeli'' e ''Love is all you need'' al Cinema Spazio Uno di Firenze

14-02-2013
Dal 14 al 20 febbraio al Cinema Spazio Uno di Firenze (via del Sole, 10) è in programma la proiezione dei film "La parte degli angeli" (ore 22.40) e "Love is all you need" (ore 16.30 - 18.30 - 20.30).
"La parte degli angeli" ha come protagonista Robbie, un ragazzo di Glasgow che cerca di liberarsi della faida famigliare che lo tiene prigioniero. Quando entra di nascosto nel reparto maternità dell'ospedale per far visita a Leonie, la sua giovane ragazza, e prendere in braccio per la prima volta Luke, il figlio appena nato, Robbie è sopraffatto dall'emozione e giura che Luke non avrà la vita di privazioni che ha vissuto lui. Mentre sconta una condanna a svolgere lavori socialmente utili, Robbie conosce Rhino, Albert e Mo, per i quali un impiego è, come per lui, poco più di un sogno remoto. Robbie non immagina certo che dandosi all'alcool le loro vite cambieranno. E non scadenti vini liquorosi, ma i migliori whisky di malto del mondo. Che ne sarà di Robbie? Lo aspettano altre vendette e violenze o un nuovo futuro con la uisge beatha, la 'acqua di vita'? Solo gli angeli lo sanno. Presentato all'ultima edizione di Cannes dove si è aggiudicato il Premio della Giuria, il film dà vita ad un affresco pungente e ironico di una Scozia dove i giovani, segnati dalla pesante crisi economica, sembrano persi tra un presente privo di orizzonti e un futuro che è solo miraggio. Lungi dall'abbandonare la consolidata denuncia sociale stavolta Loach utilizza toni da commedia e sfodera grande padronanza del caustico umorismo britannico per narrare una vicenda di perdenti cui viene concessa una seconda chance.
"Love is all you need" è la storia di Astrid e Patrick, una giovane coppia che sta per sposarsi a Sorrento: l’arrivo delle loro famiglia porta con sé numerosi problemi. La madre di Astrid, Ida, è una parrucchiera col cancro che è stata appena lasciata dal marito Leif dopo 25 anni di matrimonio. Lo stesso Leif che si presenta con la sua nuova, bionda fidanzata e con Kenneth, l’irascibile fratello di Astrid. Il padre di Patrick, Philip, si presenta ancora in lutto per la tragica morte della moglie. Susanne Bier torna con bravura alla commedia e lo fà con una storia ricca di sfaccettature che si addentra con garbo in problemi seri e reali di cui propone soluzioni tutt'altro che buonistiche. E lo fà con la sua tipica pacatezza nordica imprimendole un tono che non volge al dramma pur affrontando temi come la malattia, la morte, le delusioni e il riconoscimento di se stessi. Anzi il messaggio del film ci porta alla speranza che tutto vada per il meglio.
Lunedì 18/02: RIPOSO
Per informazioni: www.cinemaspaziouno.it