Home > Webzine > 7 giorni. L'ultima settimana di Eluana: docufilm sulla vicenda Englaro all'Exfila
sabato 16 novembre 2019

7 giorni. L'ultima settimana di Eluana: docufilm sulla vicenda Englaro all'Exfila

18-04-2013
Giovedì 18 aprile è in programma "7 giorni. L'ultima settimana di Eluana", il docufilm di Ketty Riga e Giovanni Chironi e incontro con Beppino Englaro, alle ore 21 all'Exfila (via Leto Casini, 11).
"7 giorni" sono la durata di un viaggio: quello dell’ambulanza che il 2 febbraio 2009 trasferisce Eluana Englaro alla clinica di Udine, per l’ultima tappa della sua vita. E' il primo film documentario italiano sulla vicenda di Eluana Englaro. A narrare attraverso le immagini sono le parole di chi le è stato accanto, tra parenti, amici e medici. Di chi era con lei nel suo ultimo viaggio verso Udine.
Il film è un percorso nell’Italia divisa e lacerata tra manifestazioni e accuse di quei giorni. Il racconto è coadiuvato da immagini d'archivio di SKY TG24 e del Senato della Repubblica.
Il docufilm è stato pensato, scritto e prodotto in un anno di appassionato lavoro dalla giornalista Ketty Riga (che per SkyTg24 ha seguito la vicenda) e il regista Giovanni Chironi.
Eluana Englaro è una giovane 21 enne dopo un terribile incidente (accaduto nel 1992) non si sveglierà più dal coma. Dopo due anni, la diagnosi sarà senza possibilità di recupero: stato vegetativo permanente. I genitori della ragazza chiedono, sin da subito, ai medici la sospensione dell’alimentazione artificiale per consentire ad Eluana di riprendere quel circolo naturale di morte interrotto con i protocolli rianimativi.
Ma in Italia non è consentito per legge. Inizia così una lunga battaglia giuridica per far valere quella che i genitori dicono essere la volontà della figlia: un purosangue di libertà che in più occasioni aveva detto che mai avrebbe accettato una simile condizione, preferendo piuttosto la morte.
Nel novembre 2008 – dopo 9 sentenze e un lungo iter giudiziario - arriva la decisione finale della Cassazione che – accertata la irreversibilità della ragazza ormai diventata una donna di 38 anni e dopo averne ricostruito la volontà tramite testimonianze e documenti – dà il via libera all’interruzione della nutrizione artificiale indicando in un protocollo le modalità di esecuzione.
Dopo alcuni mesi la famiglia Englaro individua la struttura dove far morire la donna e l’equipe medica che dovrà prendersene cura: il 2 Febbraio 2009 avviene il trasferimento di Eluana ad Udine.
La sera del 9 febbraio, dopo sette giorni di ricovero, Eluana muore.
Ingresso gratuito, soci arci.
Info: www.arcifirenze.it