Home > Webzine > Camera in camera. Incontri con gli autori del nuovo Cinema italiano a Villa Camerata
giovedì 28 maggio 2020

Camera in camera. Incontri con gli autori del nuovo Cinema italiano a Villa Camerata

24-05-2013
Venerdì 24 maggio sarà l’Ostello “Villa Camerata” di Firenze (Viale Augusto Righi 4)  alle ore 21.00, ad ospitare la sesta tappa di “Camera in camera. Incontri con gli autori del nuovo Cinema italiano”: rassegna cinematografica itinerante, che porta il giovane cinema italiano all’interno degli Ostelli della Gioventù e delle strutture affiliate all’Associazione Nazionale Alberghi per la Gioventù, promossa dalla stessa A.I.G. e realizzata da Cinemaitaliano.info, portale nazionale di riferimento per la produzione cinematografica italiana contemporanea.
Dopo gli eventi di Bergamo, Perugia, Bologna, Napoli e Catanzaro, la kermesse prosegue fino a tutto giugno, con altre recenti produzioni indipendenti proiettate (sempre a partecipazione gratuita) nelle strutture targate A.I.G. di Milano, Formello (Rm),  Palermo e Torino, seguite dagli incontri con i rispettivi registi. Archiviata la preziosa esperienza di “OstHello”, progetto promosso assieme alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, coi suoi riusciti Laboratori di Cinema, Teatro, Musica, Giornalismo, Arti Visive attivati in vari Ostelli italiani, è dunque ancora una volta il Cinema (ma stavolta quello “indipendente”) protagonista delle iniziative culturali promosse dall'Associazione.
L'evento “Il cinema toscano racconta il reale” pensato per Firenze e realizzato in collaborazione con “Documentaristi anonimi - Associazione Documentaristi Toscani”, vedrà protagonisti tre registi fiorentini: Duccio Ricciardelli, Silvia Lelli e Federico Micali.
Duccio Ricciardelli presenterà il suo corto-doc “Chiodo e il fiume”, già in concorso all'”Acquadoc International Film Festival di Perugia”, delicato racconto dei Renaioli fiorentini, ultimi baluardi di una tradizione antica e faticosa che fin dal Rinascimento rese possibile lo splendore architettonico di Firenze e che ormai tende a scomparire.
Il film scelto da Silvia Lelli è invece “Jorge-a vuelo”, precedentemente proiettato al “Life & Cinema - Festival Internazionale di Cinema e Donne“ che racconta la vita quotidiana di un giovane in Italia stigmatizzato nella riduttiva categoria di “immigrato porta-pizze”, ma che nasconde una grande storia. Infine, Federico Micali illustrerà i primi tre corti-doc del progetto “Lettere italiene”: una web series con sei storie di percorsi di cittadinanza sperimentati dai nuovi “Italieni”, persone di origine immigrata che risiedono in Italia e che ben si riconoscono in quella crisi tra Italiano e Alieno.
Info: www.cinemaitaliano.info