Home > Webzine > ''Maledetti Toscani'', omaggio a Paolo Virzì al CineCittà Cineclub
giovedì 05 dicembre 2019

''Maledetti Toscani'', omaggio a Paolo Virzì al CineCittà Cineclub

25-02-2014
Martedì 25 febbraio nuovo appuntamento con il ciclo "Maledetti Toscani" per un doppio omaggio a Paolo Virzì al CineCittà Cineclub di Firenze, in via Pisana 576.
Si comincia alle ore 20,45 con la proiezione dell’arguta commedia in costume: N-Io e Napoleone (Id.) del 2006 con Daniel Auteuil, Monica Bellucci, Elio Germano, Francesca Inaudi.
Nel 1814, un giovane idealista elbano sogna di uccidere Napoleone, imperatore decaduto a cui è stata riconosciuta la sovranità dell'isola d'Elba. Martino Papucci, maestro e scrittore libertario, vive a Ponteferraio con la sorella Diamantina e il fratello Ferrante. L'esilio di Napoleone, dimorato proprio a Portoferraio, gli offre finalmente una chance: affrontare il mito in carne e ossa. Chiamato dal sindaco e investito dallo stesso Napoleone, Martino accetta di diventarne lo scrivano confidente con l'intento segreto di assassinarlo. Ma il tentativo di compiere il delitto fallisce con la fuga di Napoleone, che morirà sei anni dopo sull'isola di Sant'Elena.
Tratto dal bel romanzo di Ernesto Ferrero e trattato dagli Scarpelli, da Francesco Bruni e dallo stesso Virzì, N è una commedia ottocentesca che affronta un tema soprattutto novecentesco: il fascino persuasivo del tiranno.
A seguire alle ore 22,45 la proiezione della seconda regia di Virzì, l’eccellente:  Ferie d'agosto del 1995 con Silvio Orlando, Ennio Fantastichini, Laura Morante, Sabrina Ferilli
Due "clan" di vacanzieri: l'uno fa capo al giornalista progressista Sandro Molino, intellettuale, meditativo, snob; l'altro è rappresentato dalla famiglia Mazzalupi, bottegai romaneschi caciaroni e videodipendenti. Si trovano, loro malgrado, dirimpettai in vacanza sull'isola di Ventotene, e devono in qualche modo sopravvivere alla reciproca presenza. Esplode subito l'ostilità, insieme con un disprezzo sdegnoso. Eppure i due stili di vita, sotto la scorza superficiale, non sono così dissimili: tutti sono intimamente scontenti e questo crea la premessa per l'inevitabile riconciliazione. Premio David di Donatello per il miglior film.
A partire da giovedì 27 febbraio è in programma "Il capitale umano", l’ultimo film di Paolo Virzì.
Info: www.cinecittacineclub.org