Home > Webzine > ''Ricominciare'', a Firenze il docu-fiction di Domenico Costanzo
martedì 20 ottobre 2020

''Ricominciare'', a Firenze il docu-fiction di Domenico Costanzo

20-02-2015

In occasione della celebrazione per la Festa della Toscana, con il contributo del Consiglio Regionale della Toscana, l'Ass.C.A. ha realizzato un docufiction, ''Ricominciare'' di Domenico Costanzo che verrà presentato venerdì 20 febbraio 2015 alle ore 17.30 presso l'Auditorium della Presidenza del Consiglio della Regione Toscana.
L’associazione Ass.C.A. è nata a Firenze nel 2005 da un gruppo di familiari che, a seguito di eventi diversi che avevano provocato gravi danni al sistema nervoso centrale dei loro cari, si sono trovati dinanzi un grande vuoto sociale e assistenziale. Hanno dunque messo da parte il dolore e hanno dedicato le loro energie per offrire opportunità di aiuto concreto a tutte le famiglie che si trovano ad affrontare lo stesso tipo di esperienza. L'idea del docufiction nasce dalla volontà di sensibilizzare rispetto alle problematiche connesse alle cerebrolesioni acquisite e soprattutto far conoscere l'esistenza di un percorso riabilitativo voluto dalla collaborazione tra Ass.C.A. ed il Centro per la presa in Carico Neurologica Globale presso il San Giovanni di Dio a Torregalli-ASL 10 di cui è responsabile la dott.ssa Roberta Chiaramonti.
Il filmato realizzato dal regista e sceneggiatore Domenico Costanzo, che da subito ha preso a cuore la causa riporta le testimonianze di famiglie che stanno affrontando la realtà di un parente cerebroleso. Uno dei principali obiettivi di questo lavoro è spronare gli amministratori del territorio verso l’impostazione di una politica maggiormente attenta alle esigenze di recupero e  riabilitazione delle persone che a seguito di determinati eventi, sono stati “bloccati” nel loro percorso di vita ma che, se adeguatamente sostenuti e guidati, potrebbero essere rimessi in grado di recuperare senza rimanere  a carico della famiglia e della società. Sarebbe sufficiente una maggior lungimiranza e l’ottimizzazione di risorse che già esistono sul territorio.

Per ulteriori informazioni: http://www.assca.it

di Sara Korri