Home > Webzine > ''Quaderni del Gabinetto Fotografico'' - Polo Museale della città di Firenze
venerdì 30 ottobre 2020

''Quaderni del Gabinetto Fotografico'' - Polo Museale della città di Firenze

11-05-2012
C’è anche "lei" – la Gioconda di Leonardo da Vinci – nel numero d’esordio dei Quaderni del Gabinetto Fotografico della Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze. Nel testo curato da Marilena Tamassia, attuale responsabile del Gabinetto Fotografico, trova infatti spazio il ricordo di Corrado Ricci, fondatore (nel 1904) e primo direttore dell’ufficio che presenziò, tra gli altri, alla straordinaria esposizione della Monna Lisa alla Galleria degli Uffizi, nel 1913, in seguito al suo recupero dopo il furto del Louvre di due anni prima. Alcune fotografie d’epoca di quell’eccezionale evento arricchiscono il primo volume della collana che sarà presentato venerdì 11 maggio, alle ore 17.00, presso la Biblioteca degli Uffizi; per l’occasione, oltre alla soprintendente Cristina Acidini e alla stessa Marilena Tamassia, interverranno Gabriele Morolli e Ferruccio Canali, docenti della Facoltà di architettura dell’Università di Firenze. Il Quaderno è il primo numero di una collana di pubblicazioni che si propone di presentare al pubblico degli studiosi, e di quanti sono interessati alla storia della fotografia, materiali archivistici, fotografici, documentari sulla vita del Gabinetto Fotografico della Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Fiorentino. “Intendiamo infatti – scrive Tamassia nell’introduzione del volume - approfondire la nascita e la vita di questa ‘gloriosa’ istituzione, che dal 1904, con le sue fotografie, i suoi lavori, i servizi che offre al pubblico svolge un ruolo di primaria importanza culturale nella vita cittadina fiorentina, a diretto confronto con le più importanti istituzioni culturali italiane ed estere, con il fiorente mondo dei collezionisti e degli antiquari che operano a Firenze ed in contatto costruttivo con più qualificati storici dell’arte del periodo”. La collana intende quindi essere un luogo privilegiato di raccolta di studi e contributi sulla fotografia ed i suoi protagonisti e infatti il primo numero indaga l'atto di nascita del Gabinetto Fotografico della Soprintendenza alle Gallerie (nome storico del Polo Museale), che si deve proprio a Ricci, funzionario dello Stato di grande capacità e lungimiranza nonché storico dell’arte di valore e studioso di grande levatura. In particolare questo primo Quaderno indaga gli anni 1904-1919 e propone la lettura dell’attività svolta da questa istituzione in quel periodo storico, i suoi protagonisti, i suoi successi, le sue difficoltà, ma propone anche ottimi spunti di riflessioni, per lo più scaturenti da immagini storiche, come gli insoliti allestimenti del secondo corridoio degli Uffizi e della sala delle Nicchie di Palazzo Pitti in cui, una accanto all’altra, si trovavano – in una sequenza da far girare la testa - il San Giovanni Battista nel deserto di Raffaello, l’Annunciazione di Leonardo da Vinci, il Battesimo di Cristo di Leonardo e Verrocchio, il Tondo Doni di Michelangelo e la Madonna con Bambino di Luca Signorelli. Molto interessante, infine, l’appendice documentaria che propone alcuni inediti: la Proposta di Corrado Ricci per l’istituzione di un Archivio Fotografico indirizzata nel 1904 al Direttore dell’Ufficio regionale per la conservazione dei Monumenti, e la lista delle prime 254 voci del neonato Catalogo del nuovo archivio Fotografico, risalente al novembre 1904.