Home > Webzine > Lecture ''L’autoritratto o la visione del tempo'' a cura di Federico Ferrari alla Strozzina
giovedì 21 novembre 2019

Lecture ''L’autoritratto o la visione del tempo'' a cura di Federico Ferrari alla Strozzina

20-12-2012

Giovedì 20 dicembre 2012, alle ore 18.30, presso il Centro di Cultura Contemporanea Strozzina di Firenze è in programma la Lecture "L’autoritratto o la visione del tempo" a cura di Federico Ferrari. Lo sguardo che l’artista rivolge a se stesso, in quel genere chiamato autoritratto, partecipa tanto del tentativo impossibile di cogliere la propria essenza, il proprio Sé, quanto dell’esperienza estraniante di vedere sul proprio corpo il fluire del tempo. Federico Ferrari individua nell’autoritratto il luogo paradossale e emblematico di una manifestazione del tempo (infinito) nell’intimità di una vita (finita). Proprio negli autoritratti di Bacon, ancor più che nella famosa ripresa del bue squartato, si fa evidente il debito dell’artista irlandese nei confronti di Rembrandt; debito che, ben al di là dall’essere una semplice ripetizione, si configura come una nuova ed inedita esposizione al cuore stesso del fare artistico e alla sua infinita e necessaria ripresa.
Federico Ferrari è filosofo e critico d’arte. All’attività di critico e saggista affianca l’insegnamento presso l’Accademia di Brera, dove detiene la cattedra di Filosofia dell’arte e Fenomenologia delle arti contemporanee. Per lo stessa istituzione ha creato e coordina il corso di Laurea specialistica in Visual cultures e pratiche curatoriali. È corrispondente per l’Italia del Collège Internationale de Philosophie di Parigi. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo La pelle delle immagini (con Jean-Luc Nancy, 2003), Lo spazio critico. Note per una decostruzione dello spazio museale (2004) e la curatela della raccolta Del Contemporaneo. Saggi su arte e tempo (2007).

L'evento ad ingresso libero è realizzato nell'ambito delle iniziative collaterali alla mostra "Francis Bacon e la condizione esistenziale nell'arte contemporanea".

Per informazioni: www.palazzostrozzi.org