Home > Webzine > ''Fuori dalle solite rotte'', al via la stagione del Teatro delle Donne di Calenzano
venerdì 22 novembre 2019

''Fuori dalle solite rotte'', al via la stagione del Teatro delle Donne di Calenzano

07-12-2013

"Fuori dalle solite rotte", questo il nome della stagione teatrale 2013-13 del Centro Nazionale di Drammaturgia -Teatro delle Donne di Calenzano. Si parte sabato 7 dicembre alle 21.15 con “In fondo gli occhi” di e con Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari. Uno spettacolo cha affronta le tematiche della crisi economica e della malattia da questa prodotta. Due, in particolare, i punti di vista. Uno reale, con la cecità intesa come malattia fisica attraverso cui analizzare il mondo contemporaneo; l’altro metaforico, in cui la cecità è la condizione di un intero Paese che brancola nel buio alla ricerca di una via d’uscita.
Tra le tante attrici protagoniste, Isabella Ragonese e Amanda Sandrelli. La prima sarà in scena sabato 11 e domenica 12 gennaio 2014 con “African Requiem” incentrato sul ventesimo anniversario dalla morte di Ilaria Alpi, la giornalista del Tg3 uccisa in Mogadiscio il 20 marzo 1994 durante la guerra civile somala. La seconda la vedremo sul palcoscenico sabato 8 marzo 2014 con “Credoinunsolodio”, storia di tre donne in guerra.

Come sempre non mancherà la scuola di scrittura teatrale, nata nel 2004 da un’idea di Dacia Maraini e diretta da Stefano Massini con l’obiettivo di creare un personaggio partendo dai formidabili ritratti dell’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters. In programma, una lezione a settimana, il venerdì sera dalle 20 alle 23 da gennaio a maggio 2014. Tra i docenti, oltre allo stesso Massini, anche Silvia Frasson, senese di Chianciano Terme, ex studentessa della Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano, e Gherardo Vitali Rosati, dottore di ricerca in Storia dello Spettacolo e critico teatrale per il Corriere Fiorentino.

Novità di quest’anno, la collaborazione fra il Teatro delle Donne e I Gigli che promuoverà l’attività della CalenzanoTeatroFormAzione. In particolare, il centro commerciale metterà a disposizione quindici borse di studio da 200 euro ciascuna che verranno assegnate agli allievi più meritevoli attraverso un’accurata selezione.

“Anche quest’anno abbiamo l’onore di avere Stefano Massini, autore affermato da molti anni anche fuori d’Italia – ha detto la direttrice del Teatro delle Donne Cristina Ghelli lunedì 2 dicembre durante la conferenza stampa di presentazione al caffè de Le Murate -. I suoi testi, infatti, vanno regolarmente in scena a Parigi, New York e Berlino. E’ anche il direttore della formazione. La nostra formazione è un polo attrattivo per molti giovani ed è un aspetto importante per la nostra società. Da ricordare, inoltre, che la Regione Toscana ha riconosciuto il Teatro delle Donne come una delle più qualificate residenze creative del territorio. Vado molto fiera della programmazione 2013-14 perché siamo riusciti ad inserire pezzi importanti della drammaturgia come l’African Requiem con Isabella Ragonese e Scintille con Laura Curino”.

Maggiori informazioni sul programma su: www.teatrodelledonne.com

di Stefano Niccoli