Home > Webzine > Multiverso: al via Contemporary Visions, festival dell'arte contemporanea
lunedì 18 novembre 2019

Multiverso: al via Contemporary Visions, festival dell'arte contemporanea

10-01-2014
Venerdì 10 gennaio sarà inaugurata la seconda edizione del festival dell'arte contemporanea "Contemporary Visions" presso lo spazio Multiverso (via del Campo d'Arrigo, 42) alle ore 19. Nella prima delle cinque sessioni espositive denominate "ArtCloud", a celebrare l'inizio del festival saranno la performance dell'attrice Sarah Georg e l’installazione plurisensoriale dell’artista Victoria DeBlassie. La Georg, cresciuta in una famiglia di attori itineranti, fa parte della compagnia “Teatro Schabernack”. Porterà in scena la performance "AromariA – la signora delle erbe", intervento itinerante di teatro sensoriale nato da un'idea del musicista Alessandro Gigli. La DeBlassie è invece una giovane e talentuosa artista americana che si è già fatta notare per essersi aggiudicata numerosi premi internazionali oltre ad aver esposto allo Young Museum, alla Make Hang Gallery di San Francisco, e alla [AC]2 Gallery di Albuquerque (New Mexico). Sarà presente al festival con la sua installazione "Cascade", un grande arazzo "tessuto" da migliaia di bucce d’arancia che danno vita ad una “nuova pelle” pur mantenendo intatto l’odore e il simbolico significato del frutto madre. Nella sezione espositiva di questa artcloud spiccheranno le immagini di "Dead City", contenute all''interno del progetto "Climate Change" dell'artista Klaus Bittner (Repubblica Ceca). La prima sessione espositiva del festival di arti visive rimarrà allo spazio Multiverso fino al 31 gennaio.
L'appuntamento con "Contemporary Visions", ideato e organizzato dall'associazione tutta al femminile DAY ONE, si svolgerà dal 10 gennaio al 30 novembre e avrà l'appoggio di diverse collaborazioni come quelle con la Onlus africana Solid Rock Association, la Fondazione Romualdo del Bianco, il portale Life Beyound Tourism, la Provincia di Firenze, il Comune di Firenze, la Croce Rossa Italiana e l'Auditorium al Duomo.
Per info: www.dayone-art.com

AS