Home > Webzine > ''Il paese dei Campanelli'' di Carlo Lombardo al Teatro Verdi di Firenze
giovedì 21 novembre 2019

''Il paese dei Campanelli'' di Carlo Lombardo al Teatro Verdi di Firenze

19-01-2014

Domenica 19 Gennaio, ore 16:45, al Teatro Verdi di Firenze la Compagnia Italiana di Operette presenta "Il paese dei campanelli" per la regia di Marco Prosperini, direzione musicale di Maurizio Bogliolo con coreografie di Monica Emmi e musica di Virgilio Ranzato e Carlo Lombardo. Matteo Micheli sarà La Gaffe, Silvia Santoro sarà Bon Bon, mentre il ruolo di Tarquinio sarà svolto dallo stesso Prosperini. Il Paese dei Campanelli è ambientato in un'immaginaria isola olandese. Questo nome è dovuto dal fatto che su ogni casa c'è un piccolo campanello. La leggenda narra che se una moglie tradisce il marito, il campanello della casa in questione suonerà e tutti verranno a sapere quello che è successo. Anche se nessuno li ha mai sentiti suonare, gli abitanti non hanno il coraggio di dimostrare il contrario. Tutto, nel paese dei campanelli, resta tranquillo fino all'arrivo di una nave militare inglese, costretta all'attracco nel porto dell'isola da un incendio sviluppatosi a bordo. Gli ufficiali scendono a terra e... accade l'inevitabile! Hans, il comandante, fa suonare il campanello con Nela, Tom lo fa suonare con BonBon e La Gaffe, per un imperdonabile errore, con Pomerania, la donna più brutta del paese. La Gaffe purtroppo combina un'altra gaffe: arrivano sull'isola le mogli degli ufficiali e, senza colpa, rifanno suonare i campanelli con mariti di  Nela, BonBon, Elena e Pomerania. La leggenda narra che se un giorno ogni cento anni i campanelli resteranno muti, non suoneranno mai più. Quel giorno cade proprio durante la sosta degli ufficiali. Tutti sono avvertiti, nessuno vuole trasgredire, ma c'è La Gaffe che, suo malgrado, riesce a rovinare tutto. Gli ufficiali ripartono con le mogli e sull'isola per altri cento anni esisterà ancora l'incubo dei campanelli.
Spettacolo fuori abbonamento.
Per informazioni e prenotazioni: www.teatroverdionline.it

DM