Home > Webzine > ''Rock for Art'' con Fulvio Pierangelini al Museo Marino Marini di Firenze
mercoledì 13 novembre 2019

''Rock for Art'' con Fulvio Pierangelini al Museo Marino Marini di Firenze

04-04-2014

Venerdì 4 aprile 2014, alle ore 19.00-23.00, presso il Museo Marino Marini di Firenze avrà luogo il nuovo evento di "VisitArt: Rock for Art" con Fulvio Pierangelini.
In seguito all’incoraggiante successo dei passati eventi (light dinner & tango al Museo Stibbert, picnic & guitars al Museo Archeologico e dansant al Museo di Orsanmichele), VisitArt prosegue con Rock for Art con Fulvio Pierangelini. I suoi social events animati da spettacoli, musica e altri intrattenimenti, sono volti alla sensibilizzazione e alla raccolta di fondi destinata al patrimonio culturale fiorentino, promuovendo così anche in Italia il fundraising per i musei e per i beni culturali, come già da tempo avviene in altri paesi europei e negli Stati Uniti.
L’iniziativa, che ha avuto un grande seguito di partecipanti e sostenitori (intorno alle 300 persone per ogni evento), intende riportare alla memoria o far conoscere ai cittadini di Firenze quei luoghi d’arte che sono meno frequentati e spesso dimenticati, ma che sono di grandissima importanza per il loro valore culturale e per la città stessa. I fondi raccolti dagli eventi, di volta in volta maggiori grazie alla sempre crescente generosità di partecipanti, sponsor e organizzatori, oltre a coprire gran parte delle spese organizzative hanno contribuito al sostegno di importanti ma poco frequentati musei di Firenze, quali il Museo Stibbert, il Museo Archeologico Nazionale e il Museo di Orsanmichele.
Il programma della serata Rock for Art al Museo Marino Marini si presenta vivace e spumeggiante, all’insegna dell’arte contemporanea, e prevede uno spettacolare cooking show del grande chef Fulvio Pierangelini, accompagnato dalla musica della bravissima Mary Loscerbo and The BitBand per un concerto rock a passo di mestolo.
L’evento è organizzato da Ginevra Marchi (direttrice della rivista VisitArt) e Johnny Michahelles di J.M. Events, con Carlo Sisi e Alberto Salvadori (rispettivamente il Presidente e il Direttore del Museo Marino Marini), e con la partecipazione straordinaria de L’Incontro, l’eccezionale ristorante dell’Hotel Savoy di Firenze.
L’evento, su invito strettamente personale, ha un costo di 30 euro a persona; il biglietto, tenuto volutamente basso grazie alla generosità degli sponsor, invoglia a partecipare anche i più restii a frequentare i luoghi d’arte.
Il ricavato della serata coprirà per intero le spese per il restauro dell’opera Miracolo Composizione, un gesso di Marino Marini conservato nel Museo: nel corso della serata sarà possibile assistere al lavoro del restauratore all’opera sulla scultura stessa.
Durante la serata sarà possibile visitare il Museo Marino Marini, che include l’esposizione permanente, composta da 183 opere di Marino Marini tra sculture, dipinti, disegni e incisioni, e le mostre temporanee attualmente in corso al museo. La prima delle due mostre fa parte del programma "Late One Morning", una linea di ricerca e riflessione sulle possibili esperienze e modalità di interpretare oggi la scultura, e presenta i lavori di due giovani artisti contemporanei: "Glaucocamaleo", progetto inedito di Luca Trevisani che consiste in una grande installazione video sviluppata su cinque schermi; e "Drums", dell’artista danese Marie Lund, che riunisce una serie di calchi e sculture in gesso e bronzo.
L’altra mostra, "A misura di libro. 50 anni di edizioni Centro Di 1964-2014", che è una delle due sezioni della mostra, promossa dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, presenta una parte dell’archivio raccolto da Ferruccio e Alessandra Marchi nel corso della loro esperienza editoriale, iniziata nel 1964 e maturata nel 1968 con la nascita del Centro di Documentazione Internazionale sulle Arti dove alla casa editrice, caratterizzata dalla pubblicazione di cataloghi d’arte, si affiancarono le librerie di Firenze e Roma, dando vita a un vero e proprio osservatorio sull’arte contemporanea nazionale e internazionale che è stato uno dei luoghi cruciali in Italia per la diffusione di libri d’arte e d’artista. La casa editrice Centro Di è tuttora specializzata nella pubblicazione di libri di storia dell’arte e riviste specialistiche, tra le quali VisitArt.
Da non perdere inoltre la visita alla splendida Cappella Rucellai, capolavoro dell’architettura rinascimentale realizzato da Leon Battista Alberti, tornato recentemente visibile al pubblico dopo un attento lavoro di restauro e pulitura. All’interno della cappella si trova il Tempietto del Santo Sepolcro, anch’esso opera di Alberti: ispirato all’omonimo edificio di Gerusalemme, è un piccolo gioiello di architettura, splendidamente decorato da geometrici intarsi di marmi policromi. La cappella, pur mantenendo la destinazione di luogo sacro destinato al culto, è entrata far parte del circuito museale grazie all’apertura di una porta nella navata centrale del Museo Marino Marini, situato nell’ex-chiesa di San Pancrazio.

Info: www.museomarinomarini.it - www.visitartfirenze.com

SM