Home > Webzine > Luca Carboni riparte da Firenze con ''Fisico & Politico Tour''
sabato 30 maggio 2020

Luca Carboni riparte da Firenze con ''Fisico & Politico Tour''

06-05-2014

"Ci dispiaceva fermarci e così abbiamo pensato di fare un'altra decina di concerti, ripartendo da dove non eravamo passati, quindi Firenze." Con queste parole Luca Carboni ha aperto la conferenza stampa di presentazione della seconda parte di "Fisico & Politico Tour". Martedì 6 maggio alle ore 21.00 l'artista bolognese tornerà infatti all'Obi Hall (Lungarno Aldo Moro) per dare inizio a una nuova serie di 9 appuntamenti che lo vedranno protagonista a Mestre, Lugano, Pavia, Trento, Civitanova Marche, Cesena, Brescia e Mantova.
L'album Fisico & Politico, racconta in una chiave molto speciale questi 30 anni di musica del cantautore bolognese, ci sono infatti canzoni del passato rilette con vari artisti che le hanno reinterpretate e rivitalizzate. Hanno partecipato alla composizione del disco Tiziano Ferro, Elisa, Jovanotti, Miguel Bosè, Franco Battiato, Biagio Antonacci, Cesare Cremonini e Samuele Bersani. Tutti questi artisti hanno scelto spontaneamente il brano da cantare, quello a cui erano più legati secondo il proprio vissuto e la propria sensibilità. La canzone che dà il titolo all'album è nata invece da una collaborazione con Fabri Fibra e il suo rap, un esperimento che Carboni aveva già vissuto nel 1992 con Lorenzo Jovanotti.
Una voglia di fare musica che dopo 30 anni rimane intatta? "Sono passati tanti anni ma lo spirito con cui senti l'esigenza di fare un album nuovo, raccontare nuove storie e verificarle dal vivo, rappresenta un'esigenza che non è mai cambiata, gli stimoli sono ancora gli stessi."
C'è stata occasione anche per parlare di talent. "Non voglio demonizzare i talent, dai quali sono venuti fuori degli artisti molto importanti, e non si può demonizzare niente di ciò che da un certo punto di vista può aiutare la musica. Diciamo però che artisti come me, con un certo tipo di musica, hanno bisogno di altre opportunità per venire fuori. Il limite dei talent è proprio questo: tira fuori solo un certo tipo di interprete."
Infine una battuta calcistica. "Complimenti a Montella e alla Fiorentina perché ho visto molte partite. E’ stato uno spettacolo vedere giocare questa squadra. Il Bologna invece lo vedo molto a rischio, purtroppo facciamo molta fatica a fare gol. Un pronostico sui mondiali? Brasile, Spagna e spero Italia."

I biglietti per la tappa fiorentina del 6 maggio sono già in vendita sui circuiti Box Office e Ticket One. Posti numerati, prezzi da 25 a 35 euro.
Info: www.obihall.it

Giulio Grazzini