Home > Webzine > A San Salvi, porta il tuo libro preferito e leggi la pagina che ami
martedì 12 novembre 2019

A San Salvi, porta il tuo libro preferito e leggi la pagina che ami

23-04-2014

Mercoledì 23 aprile alle ore 21.15 a San Salvi, l'invito è a portare il proprio libro preferito e leggerne in pubblico una pagina (ogni lettura non può superare i 2 minuti), in una non-stop collettiva in occasione della Giornata Mondiale del libro.
L'evento è patrocinato dall’UNESCO per promuovere la lettura. Dal 1995, in tale occasione, si svolgono iniziative in tutto il mondo: flashmob, reading, eventi letterari, presentazioni di libri e tanto altro per condividere e trasmettere cultura, incoraggiando a scoprire il piacere della lettura.  L’UNESCO ha scelto il 23 aprile per due importanti motivi. Innanzitutto, perché in questa giornata la leggenda vuole che nel 1616 siano morti sia William Shakespeare che Miguel de Cervantes; ma anche perché in questo giorno si festeggia in Catalogna la Festa di San Jordi, (San Giorgio in Italia), patrono di Barcellona. La tradizione vuole che il 23 aprile uomini e donne si scambino un dono: l’uomo infatti deve regalare una rosa alla sua donna, viceversa, la donna offre in dono al suo uomo un libro.

Ritornando a Shakespeare e Cervantes, ai loro due personaggi-simbolo (Amleto e Don Chisciotte) è dedicata quest’anno la ricerca del laboratorio dei Chille de la balanza. Di qui l'idea di aprire la serata del 23 aprile con il “fantastico” e coinvolgente incontro a Elsinor tra il principe di Danimarca e il cavaliere della Mancia: in scena Carlo Meini (Amleto), Valerio Camporesi (Orazio), Matteo Pecorini (Don Chisciotte) e Irene Montagnani (Sancho Panza). Molte le adesioni già pervenute ai Chille: poeti, filosofi, artisti, attori, ragazzi da 0 a 90 anni, e tanti, tantissimi comuni cittadini, tutti innamorati del Libro, in un'epoca che ne mette in discussione addirittura la sopravvivenza.  Tra gli autori già prescelti, con un prevedibile omaggio collettivo a Gabriel Garcia Marquez e ai suoi "Cent'anni di solitudine", si va da Ariosto a Bulgakov, dalla Yourcenar a Cocteau, da Pavese a Hesse; non mancano scelte singolari come l'ultimo romanzo di Guccini o (provocatoriamente?) "Donne di cuori" di Bruno Vespa.

La partecipazione è libera, gli interessati sono pregati di contattare i Chille, indicando anche il libro prescelto: 055-6236195, info@chille.it

Per informazioni: www.chille.it