Home > Webzine > Fondazione Spadolini Nuova Antologia ospita la mostra della ''Collezione Firenze - Ada Cullino Marcori''
sabato 06 giugno 2020

Fondazione Spadolini Nuova Antologia ospita la mostra della ''Collezione Firenze - Ada Cullino Marcori''

01-10-2014
Mercoledì 1 ottobre si inaugura l'esposizione permanente delle opere della "Collezione Firenze - Ada Cullino Marcori", alle ore 17.30, nella Biblioteca della Fondazione Spadolini Nuova Antologia, in via Pian dei Giullari 36/a.
Si tratta di una raccolta di venticinque opere grafiche e pittoriche aventi come soggetto la nostra città costituenti un’unica collezione che Roberto Marcori ha acquisito facendone dono alla Fondazione in memoria della madre, Ada Cullino Marcori, scomparsa il 1 Aprile di quest’anno. Nella stessa occasione sarà ufficialmente presentato il Premio Firenze - Ada Cullino Marcori. Il Premio annuale, istituito dalla Fondazione Spadolini Nuova Antologia e da Roberto Marcori, che verrà consegnato il 1 aprile di ogni anno, è a carattere nazionale ed è destinato a tesi di laurea o saggi su tematiche relative alla città di Firenze, al suo passato, presente e futuro. Il premio consiste in una somma in denaro messa a disposizione dalla famiglia Marcori e sarà attribuito ad insindacabile giudizio della Commissione esaminatrice composta da Roberto Marcori, presidente, dal presidente della Fondazione Spadolini Nuova Antologia, dal Sindaco della Città di Firenze, dal Magnifico Rettore della Università degli Studi di Firenze e dal Direttore del quotidiano La Nazione.
La mostra, che accompagna l’inizio ufficiale delle manifestazioni per il 150° di Firenze Capitale, sarà presentata dal presidente della Fondazione, Cosimo Ceccuti, dal presidente del Comitato Firenze Capitale 1865-2015, Eugenio Giani e dal presidente del Premio Firenze – Ada Cullino Marcori, Roberto Marcori. La storica dell’arte Valentina Bravin Soderkvist, curatrice del catalogo (RM Editore), ricostruirà le varie fasi del vedutismo fiorentino utilizzando le opere della Collezione come spunti esemplificativi e vivificanti dello sviluppo dell’idea di Firenze nel corso dei secoli dal Cinquecento all’Ottocento.
Info: www.nuovaantologia.it