Home > Webzine > Pier Nello Manoni racconta la sua ''Toscana scomparsa'' a Le Murate
domenica 17 novembre 2019

Pier Nello Manoni racconta la sua ''Toscana scomparsa'' a Le Murate

03-11-2014

Una campagna deserta, dove la presenza dell'uomo si fa ombra, perchè anche i contadini si sono uniti alle proteste che, tra gli anni '60 e gli anni '70, sconvolsero il mondo. Sono questi gli elementi della mostra fotografica, "Toscana scomparsa: il podere a mezzadria", visitabile fino al 30 novembre, che lunedì 3 novembre, alle 18.30, verrà inaugurata al caffè letterario Le Murate alla presenza del curatore Elda Torres. Pier Nello Manoni racconta così, in quarantadue scatti, il passaggio da una società agricola fondata su sacrifici e sudore, ad un mondo divorato dal capitalismo e dominato da città anonime. Nelle sue immagini l'autore rappresenta una natura aspra, dove dell'uomo non rimangono che poche tracce. Da ciò che resta della casa padronale, simbolo di sfruttamento e di privazioni, veniamo accompagnati nei piccoli cimiteri di campagna dove le differenze sociali persistono anche dopo la morte. Nel corso degli anni Manoni ha prodotto anche numerosi documentari come "Restauro del libro dopo l'alluvione" o "Graffiti della mente", girato all'interno dell'ex ospedale psichiatrico di Volterra, che gli ha portato numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali. Alle 19.30 seguirà la proiezione di "Firenze Oltrarno" con alcuni filmati che mostrano il volto nascosto della città con artigiani e bottegai, ma anche drogati e prostitute, attraverso le strade, i vicoli, le chiese ed i palazzi.

Per info: www.lemurate.it   

MV