Home > Webzine > ''Nobody's Perfect/Fragola’s Night'': Cobblestone Jazz al Tenax di Firenze
venerdì 15 novembre 2019

''Nobody's Perfect/Fragola’s Night'': Cobblestone Jazz al Tenax di Firenze

22-11-2014

Sabato 22 novembre dalle ore 22.30 torna la serata Nobody's Perfect al Tenax di Firenze (via Pratese, 46). Sul palco del club, oltre ai resident Philipp e Cole, ci sarà un trio internazionale di assoluto rilievo: Cobblestone Jazz. Sono un progetto musicale unico nel suo genere, fondato da Tyger Dhula, Mathew Jonson e Danuel Tate col preciso intento di trovare il punto di fusione ideale tra le estetiche del dancefloor e l’approccio filosofico tipico dell’improvvisazione jazzistica. La strumentazione analogica, l’utilizzo di computer desueti, la centralità dell’interplay e del continuo scambio tra i musicisti alla ricerca di forme musicali inedite erano viatici del gruppo nel 2002 (ai tempi del debutto ‘The 5th Element’ su IIWII e Wagon Repair) e lo sono ancora oggi. La cosa incredibile è che quel senso di sorpresa che ti pervadeva ascoltando i loro primi concerti trova ancora il modo di rinnovarsi, dopo centinaia di date in ogni angolo del pianeta (dal Fabric di Londra al Montreux Jazz Festival) e una trafila di produzioni misurata ma intoccabile. Il clamore con cui la migliore critica internazionale ha accolto le loro uscite non è mai scemato. Come pure l’incondizionato supporto ricevuto da artisti come Laurent Garnier, Daniel Bell, Gilles Peterson, Luciano, Josh Wink, Sven Vath, Richie Hawtin, Dan Curtin, Carl Craig, Moodymann, Theo Parrish, Joe Clausell e molti altri. Forse il segreto è nell’apporto e nell’influenza di ognuno dei singoli membri, oltre che nella straordinaria combinazione delle loro tre teste. La storia di Tyger Dhula come dj e produttore elettronico di riferimento fornisce la solida base sulla quale si costruiscono le improvvisazioni alla base di ogni registrazione di studio come di ogni performance live. La sua abilità nell’atomizzare i groove fino ai loro elementi costitutivi intrinseci rimanda continuamente il suono della band alla migliore tradizione dell’elettronica colta. La formazione di Danuel Tate come musicista jazz radica il processo di scrittura musicale e garantisce sulla qualità delle linee melodiche e delle armonie essenziali e sofisticate. Infine, la geniale capacità di Mathew Jonson nel mixare e comporre liberamente musica costantemente proiettata in avanti attraverso l’utilizzo di drum machine e sintetizzatori analogici fornisce una irrefrenabile spinta all’innovazione senza compromessi.

Per informazioni: www.tenax.org

N.G.