Home > Webzine > Il mio verbo è al presente: tre poeti contemporanei in ricordo di Franco Fortini
giovedì 28 maggio 2020

Il mio verbo è al presente: tre poeti contemporanei in ricordo di Franco Fortini

06-12-2014

Sabato 6 dicembre è in programma un incontro in ricordo di Franco Fortini, alle 17.30, al Caffè Letterario Le Murate di Firenze. A vent’anni dalla scomparsa, il suo lavoro di poeta e intellettuale viene ripreso attraverso un ciclo di iniziative dal titolo “Memorie per dopo domani”, con un duplice intento: indagare aspetti poco noti della vita (la formazione a Firenze, la passione per l’arte, il lavoro di sceneggiatore…) e dell’opera fortiniana, tanto legate da apparire un tutt’uno, nonché verificare l’impatto della sua poesia sulle nuove generazioni. A testimonianza del rinnovato interesse in questo senso, la pubblicazione dell’intero corpus poetico fortiniano, “invocata” a lungo e prevista proprio in questi giorni per gli Oscar Mondadori. La serata alle Murate metterà a confronto tre poeti contemporanei (Andrea Inglese, Paolo Maccari e Andrea Gibellini) che, a partire dalla loro esperienza di lettori e autori, verificheranno se e quanto l’esempio di Fortini abbia agito nel loro operare in proprio, a fronte delle trasformazioni sociali, culturali e politiche dei nostri anni. Con l’occasione saranno proiettate immagini e testimonianze conservate presso l’Archivio Fortini dell’Università di Siena, e un giovane studioso e musicista, Roberto Talamo, eseguirà dal vivo una personale interpretazione delle Canzonette del Golfo, composte da Fortini nel 1991 all’epoca della prima guerra in Iraq.
 
Per informazioni: www.lemurate.it

N.G.