Home > Webzine > ''La Via Dei Libri'', il programma degli eventi della settimana in via Martelli
mercoledì 20 novembre 2019

''La Via Dei Libri'', il programma degli eventi della settimana in via Martelli

16-12-2014

Proseguono gli appuntamenti letterari presso "La Via Dei Libri" in via Martelli a Firenze, la libreria temporanea e spazio d’aggregazione ideato dalle case editrici fiorentine Mandragora e Clichy.
Martedì 16 dicembre, alle ore 18,00, Alessandro Falciani presenta "Felicemente anneagato nei libri" (Firenze Leonardo Edizioni). Interviene insieme all’autore Pier Francesco Listri.
Alessandro Falciani, libraio fiorentino, fin da giovanissimo ha lavorato fra i libri. In questa autobiografia racconta le sue esperienze di quarant’anni di attività, che lo ha visto di volta in volta percorrere tutte le tappe, da fattorino a commesso, diventando poi direttore e infine proprietario, fino ad arrivare a una affermata carriera di piccolo editore locale. Fino a quando è arrivato a dirigere una delle più importanti librerie della sua città e d’Italia. Raccontandosi in modo ironico ma anche serio, Falciani ripercorre in queste pagine la sua vita di libraio attraverso gli avvenimenti che hanno caratterizzato l’ambiente culturale fiorentino, mettendo anche in risalto i cambiamenti avvenuti in questo delicato settore a partire dagli anni Settanta fino a oggi. Un libro che spiega e racconta con leggerezza uno dei mestieri più belli e difficili del mondo e narra, attraverso vicende personali ma anche pubbliche, come sia profondamente e irrimediabilmente cambiato il mondo delle librerie in Italia.

Mercoledì 17 dicembre, alle ore 18,00, Marco Vichi e Divier Nelli presentano "Fantasmi del passato" (Guanda) e "Coma" (Gallucci). Letture di Lorenzo Degl’Innocenti
Due autori toscani, due libri, una sola passione: la scrittura.

Marco Vichi - Fantasmi del passato (Guanda 2014)
Firenze, dicembre 1967. L'Alluvione è passata da poco più di un anno, lasciando a sua memoria una spessa riga nera sui muri dei palazzi, ma la vita in città ha ripreso a scorrere con i ritmi di sempre. Il commissario Bordelli è appesantito dai rimorsi di una faccenda non lontana nel tempo e dal desiderio struggente di una donna che ha perduto. Il ricordo di sua madre, scomparsa ormai da diversi anni, lo avvolge di dolce malinconia. Nel freddo di dicembre, in una villa sulle colline, un uomo molto ricco e benvoluto da tutti viene ucciso con un fioretto, e l'assassino non lascia nessuna traccia. Alle prese con questo difficile caso, Bordelli cercherà di scovare un minimo indizio che possa metterlo sulla buona strada per inchiodare il colpevole, ma nel frattempo si troverà a vivere situazioni del tutto inaspettate... e a dominare ogni cosa saranno i fantasmi del passato.

Divier Nelli – Coma (Gallucci 2014)
Una donna si risveglia dal coma. Non ricorda nulla dell'incidente stradale di cui è stata vittima, non ricorda nulla della sua vita, neppure il proprio nome. Si chiama Claudia Volpi, così le hanno detto. Ma chi è Claudia? Nell'ospedale in cui ha ripreso conoscenza dopo il coma, è sola. Nessuno che possa aiutarla a recuperare la propria identità, né amici né familiari. Claudia studia i propri documenti e man mano scopre di essere stata una stimata docente di diritto, razionale e distaccata. Dimessa dall'ospedale, torna in una casa isolata e in disordine che fatica a riconoscere come propria. Da lì comincia ad affiorare il suo passato, con un segreto che sembrava ormai sepolto...

Venerdì 19 dicembre - ore 18,00
“Bella stronca! Il peggio dei libri a cura di Pippo Russo”

Giornalista, saggista e sociologo, Pippo Russo insegna all'Università degli Studi di Firenze e scrive per l'Unità, il Messaggero, e per le edizioni fiorentina e palermitana di La Repubblica. In passato ha collaborato con il Manifesto (per il quale ha inventato la celebre rubrica Pallonate, in cui venivano messi alla berlina i vizi del giornalismo sportivo italiano), il Riformista, il Fatto Quotidiano, Pubblico e il Corriere della Sera. Il suo ultimo libro è L'importo della ferita e altre storie. Frasi veramente scritte dagli autori italiani contemporanei. Faletti, Moccia, Volo, Pupo e altri casi della narrativa di oggi, in cui ad essere presi di mira sono i vizi e gli strafalcioni dei più famosi scrittori italiani. Proprio dall’esperienza di questo libro nasce l’idea per il ciclo di incontri “Bella stronca!”, che Pippo Russo definisce “un'occasione per conoscere tutto ciò che dovete sapere di un libro prima che osiate leggerlo. E dopo sarete liberi di chiedervi perché non siete scrittori pure voi”.

Il primo e terzo venerdì del mese de La Via Dei Libri saranno dunque dedicate alle stroncature d’autore: venerdì 19 dicembre si parlerà di Anna Premoli e dei suoi libri, tra cui Ti prego, lasciati odiare e Finché amore non ci separi.

Info: www.edizioniclichy.it